9 Settembre 2023

MotoGP, Marquez: “Honda sta reagendo. Dall’Igna? Voglio il meglio”

Marquez vede una Honda impegnata a tornare al top in MotoGP, ma pretende risultati. Ammette anche che in futuro potrebbe avere un team suo.

MotoGP, Marc Marquez: Honda sta reagendo

Come a Montmelò, Marc Marquez anche a Misano è riuscito a conquistare l’accesso diretto al Q2 delle Qualifiche. Sfruttando la scia dell’ottimo Dani Pedrosa ha ottenuto un sesto tempo che non rappresenta il reale valore della Honda sulla pista romagnola. A proposito della RC213V, in azione c’è anche Stefan Bradl come wild card in sella a una moto con diverse novità e che l’otto volte iridato proverà nel test di lunedì.

MotoGP, Marquez elogia Pedrosa

Al termine delle prove, a Marquez è stato chiesto del fatto di aver seguito Pedrosa per fare il time attack: “È stato super veloce – riporta Motosan.esed era da tanto tempe che non vedevo una MotoGP guidata in quel modo, come la guidava lui. Seguendolo, non fa niente di speciale ma fa tutto bene. Questa è la grande differenza di Dani. Alla fine da parte mia c’è stato un gesto di genuina ammirazione“.

Quando la sessione è finita, Marc si è avvicinato all’ex teammate e gli ha fatto delle carezze sul casco mostrando la sua stima e il suo rispetto nei suoi riguardi. A proposito del ruolo di tester di Dani, si è così espresso: “È il collaudatore migliore. Per qualsiasi marchio sarebbe un lusso averlo. È un grande tester, va forte, sa guidare una MotoGP nel migliore dei modi. E i suoi commenti sono molto precisi. È anche vero che per me in un test team la cosa più importante sono gli ingegneri. Il nostro collaudatore Bradl è bravo e veloce. Ma se hai un buon tester e degli ingegneri che non seguono le linee guida, non serve a nulla“.

Honda cerca di risalire

L’otto volte campione del mondo ha ammesso che Honda sta cercando di reagire alla crisi in cui è sprofondata in MotoGP: “Non solo nelle ultime settimane. Dal Mugello prova a reagire. Ci sono volti nuovi nel box, c’è un nuovo boss che sta cercando di capire cosa sta succedendo. Ci sono nuovi ingegneri e persone che arrivano dal Giappone. Questo è importante, c’è una reazione. Apprezzo le decisioni prese, però valuterò il progetto basandomi sulle prestazioni della moto“.

In casa HRC si stanno impegnando per stravolgere la situazione e tornare competitivi. Una mossa necessaria anche per trattenere lo stesso Marquez, che diversi rumors di mercato danno verso la Ducati del team Gresini nel 2024 o verso KTM per il 2025. L’azienda giapponese vorrebbe evitare di perderlo e sta dando il massimo per convincerlo a credere nel progetto. Lunedì a Misano ci sarà un test nel quale si potrà iniziare a capire se con la nuova RC213V sia stata imboccata la strada giusta.

Team Marquez e ipotesi Dall’Igna-Honda

In questi giorni è trapelata un’indiscrezione inerente la possibilità che Marquez possa comprare il team Gresini, cosa che non è prevista al momento: “Ho sentito parecchie voci – ammette – e c’è sempre una possibilità, ma non è questo il momento per farlo. Ma in futuro perché non avere una squadra? Al momento ho un contratto per l’anno prossimo e sono concentrato sul mio lavoro in pista“.

KTM per migliorare ha ingaggiato tecnici Ducati e anche Honda potrebbe fare una scelta simile. Qualcuno ha anche rivelato che ci sarebbe un interesse verso Gigi Dall’Igna. Marc non si sbilancia: “Ovviamente, vorrei i migliori ingegneri in ogni posizione. Ma decidono in Giappone, dove hanno tanti ingegneri. Io chiedo risultati e cose diverse, sono loro che devono scegliere chi è il migliore per guidare il progetto. In Honda c’è sempre stata rotazione, vedremo se funzionerà e porteranno buone idee. Non conosco esattamente la posizione di Dall’Igna, ma ci sono anche altri tecnici. Vorrei prendere il meglio da ogni squadra e creare una struttura“.

Foto: Honda Racing

Lascia un commento