Superbike, Scott Redding a Magny-Cours

Superbike, Jonathan Rea: “C’è qualcosa che non va”

Jonathan Rea chiude 3° la prima giornata di Superbike a Magny-Cours. Il campione in carica lamenta un distacco di 288 millesimi da Toprak Razgatlioglu.

3 settembre 2021 - 22:21

Il campione del mondo Superbike Jonathan Rea ha iniziato il venerdì di Magny-Cours con il miglior crono. Nella seconda sessione di prove libere è scivolato al terzo posto, alle spalle di Razgatlioglu e Redding, con un gap di 288 millesimi. Per il nordirlandese della Kawasaki il week-end francese si rivela psicologicamente decisivo, trovandosi a pari punti in classifica con il turco della Yamaha. “Non mi sentivo molto a mio agio sulla moto. Ero costante, ma costantemente lento“.

Sul tracciato francese Jonathan Rea ha già collezionato otto vittorie. Ma non è per nulla soddisfatto della sua prestazione e del comportamento della Kawasaki. “In alcuni settori in cui in passato siamo sempre stati molto veloci, abbiamo grossi problemi, ad esempio nel settore 1. I dossi alla prima curva ci fanno lottare con il chattering. La moto si muove molto avanti e indietro“.

Saranno delle qualifiche e tre round sul filo del rasoio. Vietato sbagliare per il campione in carica della Superbike, anche stavolta Razgatlioglu conferma il suo stato di grazie. “Abbiamo fatto solo tre o quattro giri asciutti in mattinata. Nel pomeriggio abbiamo provato tutte e tre le mescole al posteriore e ad essere sincero non noto molta differenza tra la SC0 standard e la SCX. C’è qualcosa che non va con la moto, quindi dobbiamo lavorare duro fino a sabato e trovare una soluzione“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Baz

Superbike: Baz torna con Go Eleven al posto dell’infortunato Davies

Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Toprak Razgatlioglu: “Contatti con Johnny Rea? Nessun problema”

Superbike

Superbike: grave trauma cranico per Tom Sykes, rimane in osservazione