Superbike, Alvaro Bautista

Superbike Aragon: SOS Alvaro Bautista “Non sono ancora al meglio”

Alvaro Bautista risente ancora dell'infortunio patito in allenamento con il motocross a marzo. Il Mondiale Superbike della Honda HRC parte fra tanti dubbi

21 maggio 2021 - 7:58

Al Motorland Aragon la Superbike è pronta ad accendere i motori per il primo round del Mondiale 2021 ma c’è apprensione nel box Honda HRC. Alvaro Bautista, il pilota di punta del progetto, risente ancora dell’infortunio al petto patito a marzo. Due settimane fa, su questo stesso tracciato, lo spagnolo si è fermato dopo la prima delle due giornate di test programmate, per non peggiorare la situazione. Alvaro sperava che il guaio si risolvesse in tempo per il debutto Mondiale, invece il dolore persiste.

Infortunio con il motocross

Bautista si allena spesso con la moto da cross ma in marzo una caduta a prima vista banale gli è costata molto cara. “Ho colpito il manubrio con il petto, non c’è niente di rotto ma tendini e muscoli hanno accusato molto l’impatto” racconta il pilota Honda. “Pochi giorni dopo c’erano i test al Montmelò, forse sarebbe stato meglio non girare perchè lavorando in quella circostanza ho aggravato sensibilmente la portata del problema.” Che a quasi due mesi di distanza non è ancora risolto. Quindi in quali condizioni Alvaro Bautista scenderà in pista nel fine settimana? “I test sono molto più faticosi, durante le sessioni avrò modo di gestire lo sforzo, sono convinto di potercela fare.” Già dalla prima sessione in programma venerdi alle 10:30 (qui gli orari TV) vedremo qual è la situazione

“Dopo tre round capiremo tante cose”

Il Mondiale quest’anno non si apre in Australia, com’era tradizione, ma su un tracciato dove le squadre hanno tantissimi riferimenti come il Motorland Aragon. “E‘ una partenza con meno incognite, Phillip Island è una pista assai particolare per le gomme, e ogni volta venivano fuori risultati difficili da interpretare” spiega Alvaro Bautista, che in Australia nel 2019 fece il vuoto al debutto con la Ducati. “Stavolta l’avvio di campionato è su tracciati che non nasconderanno sorprese: Aragon, Estoril (29-30 maggio, ndr) e Misano (12-13 giugno). Credo che dopo questi tre round si potrà capire chi può vincere il Mondiale”. Lo scorso anno, al debutto con la Fireblade, Alvaro Bautista non ha vinto mai. La speranza di Honda HRC è che Alvaro Bautista cambi marcia, e fra un mese sia fra i candidati alla corona.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Instagram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Toprak Razgatlioglu: “Contatti con Johnny Rea? Nessun problema”

Superbike

Superbike: grave trauma cranico per Tom Sykes, rimane in osservazione

Superbike, Michael Rinaldi

Superbike, Michael Rinaldi la vendetta: “Quante critiche dopo Misano!”