MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo-Cal Crutchlow… scintille di oro e bronzo!

Jorge Lorenzo non sarà più collaudatore MotoGP per Yamaha. Inevitabili le scintille con il suo sostituto Cal Crutchlow: "Dirà che è cinque volte campione".

21 novembre 2020 - 10:34

Jorge Lorenzo sembra non avere sbocchi in MotoGP dopo il licenziamento da parte di Yamaha. I vertici del team si dicono rammaricati per non aver sfruttato il potenziale del maiorchino, ma sicuramente c’è dell’altro nella mancata riconferma. A cominciare dalla trattativa abortita con Ducati. I fan del maiorchino hanno punzecchiato l’ex campione sui social e la risposta non è mancata… “Non conosci la verità dei fatti“, ha ribattuto ad un follower che ha criticato la sua “mancanza di professionalità” con la Yamaha. “Prima dell’emergenza Covid avevamo programmato 16 giorni di test e avevo il mio piano di allenamento per questo. Poi sono stato informato che non ci sarebbero stati più test quest’anno, quindi ho abbassato il mio ritmo di allenamento. Le altre fabbriche potevano/volevano fare i test“.

Ma il tre volte campione MotoGP non si è fermato qui. D’altronde nel corso della sua lunga carriera si è spesso attirato l’antipatia di molti tifosi per eccesso di sincerità. Stavolta sostiene che il mancato rinnovo del suo contratto di collaudatore con la Yamaha è stato come “scambiare l’oro con il bronzo“, senza rendersi conto che queste parole sarebbero arrivate al suo sostituto. E Cal Crutchlow non è certo un pilota con peli sulla lingua. Il tweet è arrivato fino a Portimao… “In fondo non ho niente da dirgli. Lo rispetto come pilota e come cinque volte campione del mondo, ti dirà molte volte che è un cinque volte campione del mondo! Lorenzo è molto speciale per la moto, ma questo non significa che sia un grande collaudatore. Penso che devi prendere alcune delle cose che dice con cautela, sono sicuro che tutto questo ha colpito lui più di me“.

Foto: Instagram @jorgelorenzo99

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoE Jerez

MotoE: i Test Jerez II di Zaccone, Ferrari, Casadei, Mantovani e Zannoni

MotoGP, Marc Marquez a Portimao

MotoGP, Marc Marquez: “Pensare di vincere sarebbe un errore”

pedro acosta moto3

Moto3: Pedro Acosta, in Portogallo può continuare a sorprendere?