MotoGP, Fabio Quartararo a Le Mans

MotoGP, Fabio Quartararo ritorna leader: “Ducati da paura al Mugello”

Fabio Quartararo ritorna leader del campionato MotoGP dopo il podio di Le Mans. Prossima gara al Mugello: "La mia pista preferita, ma Ducati fa paura".

16 maggio 2021 - 15:33

Fabio Quartararo si riprende la testa della classifica MotoGP con il terzo posto di Le Mans. Era iniziata bene la gara del pilota Yamaha factory, fino a quando la pioggia non gli ha guastato la festa. Nel flag to flag ha commesso una sbavatura rientrando nel box di Maverick Vinales, ma subito dentro per contendersi la vittoria con Jack Miller. Negli ultimi giri alle sue spalle è arrivato Johann Zarco come una valanga che gli ha soffiato il secondo gradino del podio.

In conclusione Quartararo lascia la gara casalinga con un sorriso a 32 denti. “Incredibile sull’asciutto, mi sentivo bene, poi quando ha iniziato a piovere ho provato a tirare. Nel flag to flag mi sono incrociato con Maverick, non pensavo di fare un podio con l’acqua. Felice di essere sul podio con Zarco, lui sul bagnato è molto forte, per me era un disastro in tutto il week-end. Il terzo podio è come una vittoria, ho ripreso la testa della classifica, buono guadagnare questi punti“.

Leader verso il Mugello

Resta un pizzico di amarezza per la mancata vittoria di Jerez. Poi l’intervento all’avambraccio destro lasciava immaginare ad una condizione fisica non proprio ottimale. Ma la pioggia caduta in questa domenica di MotoGP gli ha permesso di non dover forzare il fisico. “Questa è la gara meno fisica che ho fatto in tutta la vita, meglio così non ho forzato sul braccio“, spiega Fabio Quartararo. Un podio frutto anche di un caos a livello meteorologico… “Non eravamo mai in top-10 sul bagnato, la scelta della gomma davanti era molto difficile“.

Fra meno di due settimane il Mondiale di MotoGP sbarcherà in Italia, sul tracciato del Mugello, dove il lungo rettilineo potrebbe giocare a favore delle Desmosedici GP21. Fabio Quartararo non ha nessun timore reverenziale. “Il Mugello è la mia pista preferita, ma credo che non sarà facile. Sono contento e voglio proseguire così. La Ducati fa paura quest’anno. Su asciutto e sul bagnato è molto equilibrata, nelle prossime due gare sarà la pista migliore per loro e vediamo cosa accadrà“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

makiland
17:53, 16 maggio 2021

Tutto bene per FQ … la posizione di classifica non mente ed è certamente meritata, BRAVO’ … alla francese …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

sasaki moto3

Moto3: Ayumu Sasaki ancora unfit, salta anche la tappa ad Assen

salac prustelgp moto3

Moto3: Filip Salac e PrüstelGP di nuovo insieme dal GP di Stiria

Moto3: Snipers Team, addio a Salac. Ad Assen arriva Alberto Surra