MotoGP, holeshoot in partenza

MotoGP, dispositivo holeshot: nasce il fronte anti-Marquez

Nel paddock MotoGP si continua a parlare di holeshot. Marc Marquez bastian contrario, ma Aleix Espargarò e Maverick Vinales lo contraddicono.

13 maggio 2021 - 19:25

Nel giovedì di Le Mans ritorna all’ordine del giorno il capitolo holeshot in MotoGP. Marc Marquez è il bastian contrario e d’altronde la Honda RC213V ancora non ha il doppio sistema anteriore-posteriore come Aprilia e Ducati. Già a Jerez ha evidenziato l'”inutilità” del sistema di partenza che, a suo dire, nulla apporterebbe allo show. Al contrario aumenta il pericolo di incidenti facendo schizzare i prototipi a velocità impressionanti. D’altronde ricordiamo che l’holeshoot è utilizzabile anche nel corso della gara, con il posteriore che si abbassa garantendo una più celere uscita di curva.

Nell’incontro con i media Marc Marquez espone la sua tesi. “E’ normale che così tanti motociclisti subiscano un intervento agli avambracci. L’ho usato per quattro o cinque giri e ho detto ‘in questo modo non finirò la gara’, perché quando metti l’holeshot c’è più potenza sulla moto, corre di più, la sensazione dell’impennata è diversa… Per i fan e lo spettacolo non è un miglioramento“. In Safety Commission se ne è parlato, tutti favorevoli a utilizzarlo in partenza, molti contrari nel corso della gara. “Quelli della Ducati sono favorevoli. C’erano opinioni di tutti i tipi, ma la maggioranza era contraria a usarlo in velocità“.

Aleix e Maverick favorevoli

Tanti i piloti della classe MotoGP a non appoggiare il pensiero di Marc Marquez. Tra questi Aleix Espargarò. “Lui è contrario e lo rispetto, ma non lo sono. per niente. Cercare di fermare la tecnologia e il progresso è come mettere le porte all’oceano, impossibile“. Azionare l’holeshoot in partenza richiede una serie di manovre, prima e durante il piazzamento sulla propria finestra in griglia. “E’ difficile, ma questa è la MotoGP, siamo i migliori piloti del mondo e dobbiamo farci l’abitudine. Penso che la Honda abbia una delle migliori moto, ma il suo dispositivo non è ancora dei migliori. Per questo Marc non è contento di questo dispositivo (ride)”.

Anche Maverick Vinales è favorevole al dispositivo di “start assistant”. Nel box Yamaha da tempo si attende il modello di ultima generazione anteriore-posteriore per migliorare la partenza. “Il nostro sistema è sicuro, puoi usarlo molte volte quando vuoi, funziona sempre bene. Ma non so cosa succede nel resto delle fabbriche. Non è qualcosa di pericoloso in questo momento per la mia moto, con altre moto non so, non le ho provate. Ma con il dispositivo che usiamo in Yamaha non è pericoloso da usare in linea retta“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi a 'Striscia la notizia'

MotoGP, Valentino Rossi braccato da ‘Striscia’: staffilata a Marc Marquez…

Moto2 Supersport

Moto2, Baldassarri pronto a lasciare e approdare in Supersport con MV?

Valentino Rossi

Tavullia in subbuglio per Valentino Rossi: via striscioni e stendardi