MotoGP, container nel paddock

MotoGP, arrivederci in Qatar: i container a spasso per l’Oceano

Il test MotoGP di Sepang annullato e Dorna non provede un piano B. I container in viaggio verso la Malesia da dicembre saranno dirottati verso Doha.

14 gennaio 2021 - 8:38

Il test MotoGP di Sepang è stato annullato a causa dell’alto numero di contagi Covid-19 registrati in Malesia e in gran parte dell’Asia. A poco è servito l’intervento di Razlan Razali sul governo locale davanti alla terza ondata della pandemia. Il boss del team Petronas SRT dovrà rinunciare alla presentazione del nuovo team in terra patria. Quasi sicuramente opterà per un mini evento on-line come avverrà per il team Yamaha factory.

Molti si aspettavano un piano B, con Dorna pronta a spostare la prima uscita stagionale a Jerez o Portimao. Invece l’ipotesi che avanza nelle ultime ore è l’annullamento del test senza alternative. Team e tifosi dovranno quindi attendere fino al test in Qatar, previsto per il 10-12 marzo. Si attende solo l’ok delle squadre prima di diramare l’ufficialità. Con il congelamento dei motori, previsto dal regolamento d’emergenza per contenere i costi, tre giorni di test dovrebbero essere sufficienti prima di affrontare il Mondiale 2021. Saranno concessi tre giorni in più ai rookie Enea Bastianini, Luca Marini e Jorge Martin, tutti con Ducati.

I problemi di logistica

A spingere verso la cancellazione del primo test anche motivi logistici. I container diretti via mare verso la Malesia erano già partiti. Con l’approvazione delle parti interessate, le casse di carico verranno ora inviate dalla Malesia direttamente a Doha per via aerea o marittima. Il tutto a spese della Dorna. Per i viaggi all’estero, diversi container di circa 12 metri vengono inviati via mare. All’interno ci sono circa 4,5 tonnellate di attrezzature per costruire l’hospitality e allestire i box. A Sepang e su altri tracciati ci sono delle strutture permanenti che permettono di limitare il materiale da trasportare. In vista del test MotoGP in programma a febbraio, e ora annullato, i container erano già partiti a dicembre e trasportavano anche gomme e benzina. Arriveranno a destinazione alla fine di gennaio, da lì verranno inviati verso Doha.

In merito alla logistica ricordiamo che durante i GP d’Oltreoceano ogni team MotoGP ha diritto al trasporto aereo di 9,5 tonnellate pagate da Dorna. Se il limite di peso viene superato, i chili in più sono eccessivamente costosi, motivo per cui alcuni container viaggiano via mare. Sui Boeing 747 vengono invece caricate moto, computer, tv, oli, lubrificanti e altro materiale.

2 commenti

makitari_15179021
18:57, 14 gennaio 2021

Leggo solo ora che dopo l’ annullamento di Sepang si va in Quatar … ma con poche gomme … TROPPO POCHE … pare.
Sono BASITO …
Quando si decise per il fornitore unico in Moto GP ero BASITO ancora di più, poi, come tutti mi sono abituato … mio malgrado.
Faccio un ragionamento veloce e forse anche un po’ impreciso, ma so che capirete.
Quando si passò al fornitore unico di gomme … si firmò una cambiale in bianco che molti hanno pagato poco e molti hanno pagato ASSAI …
Non parlerò qui di chi ci ha guadagnato e chi ha perso, ma sicuramente ricordo, data la mia discreta età, che “una volta” le gomme erano scelte dalle case che provavano e provavano, fino a capire chi, come e cosa andasse bene per le loro moto …
Personalmente tra auto, Land Rover e moto che ho posseduto sono passato per tutto l’ alfabeto … tra Avon e Trelleborg, almeno, ma posso dimenticare qualcosa …

    makitari_15179021
    18:59, 14 gennaio 2021

    Continuo …
    Spero che la gomma torni libera e che ognuno possa scegliere come e quando cambiarle …
    Sogno ?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alex rins motogp

MotoGP: Alex Rins riceve l’OK, tornerà in azione al Sachsenring

MotoGP, circuito del Sachsenring

MotoGP presto sui circuiti cittadini: il parere di Marquez e degli altri

motogp marquez sachsenring 2019

MotoGP/500cc: da Agostini a Marc Márquez, tutti i re del Sachsenring