MotoE 2020

MotoE, Dorna al lavoro per il 2020: “Calendario parallelo alla MotoGP”

Dorna continua a lavorare per garantire lo svolgimento di una stagione MotoE 2020. Una seconda annata elettrica che prevede tante novità.

21 aprile 2020 - 15:25

Rimangono tante incertezze su quando effettivamente il Mondiale MotoGP potrà ripartire. Dorna però ha confermato il suo impegno in questo senso, comprendendo anche la MotoE. Si lavora anche per far iniziare la seconda stagione di questo nuovo campionato elettrico. Correrà solo sul suolo europeo parallelamente alle altre categorie del Motomondiale, con tante novità a livello tecnico.

Negli unici test svolti a Jerez prima dello stop forzato abbiamo visto passi avanti dopo la stagione inaugurale. A cominciare dai tempi, che sono migliorati sensibilmente rispetto all’anno scorso, nello specifico di circa un secondo e mezzo. Commenti positivi poi per quanto riguarda le nuove gomme e la forcella anteriore (le parole dei piloti italiani), ma parliamo anche di nuovi dispositivi di sicurezza.

Non mancano rinnovate stazioni di ricarica, affiancate a caricabatterie portatili da utilizzare in griglia di partenza. Questo permetterà anche l’aumento della distanza in gara di un giro: c’è infatti la possibilità di ‘allungare’ la vita delle batterie dopo il giro in uscita dai box. Nei test a Jerez abbiamo anche visto un nuovo sistema di raffreddamento, che permette ai piloti di dare il massimo in pista per un tempo più lungo.

Tutte novità frutto del lavoro in una stagione inaugurale che ancora divide, ma che indubbiamente ha regalato grande spettacolo in pista. Il campione MotoE in carica Matteo Ferrari ora dovrà difendere la corona ed i rookie sono pronti a distinguersi, quando si partirà. Ricordiamo infatti che la seconda tre giorni di test invernali è stata cancellata, per continuare poi con il rinvio del primo round 2020.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

KALEX Moto2

Moto2, la tecnica: il dominio del telaio KALEX

MotoGP, Davide Tardozzi

MotoGP, Tardozzi: “Jack Miller-Ducati, vicini ad una decisione”

Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi, Franco Morbidelli e la favola di Tavullia