arbolino moto3

Moto3 GP Valencia, Prove 1: Tony Arbolino riscrive il record assoluto

Tony Arbolino svetta nelle FP1 con il nuovo record assoluto a Valencia. Seguono da vicino Deniz Öncü (caduto) e Romano Fenati.

13 novembre 2020 - 10:46

Zampata di Tony Arbolino in questo primo turno del GP di Valencia. L’alfiere Snipers mette la sua firma nelle FP1 con tanto di nuovo record assoluto: cancellato il crono di 1:38.428 che dal 2017 apparteneva a Jorge Martín. Niente male come inizio per l’italiano, che precede Deniz Öncü (caduto inizialmente) e Romano Fenati. Secondo turno di prove libere di giornata che scatterà alle 13:35.

Ricordiamo, questo campionato può essere deciso già in questi giorni. Al comando è lotta tra Arenas e Ogura, con lo spagnolo che per diventare campione deve vincere e sperare in un pessimo piazzamento in gara del giapponese (13° o peggio). Non dimentichiamo anche Vietti, Masiá e Arbolino, più staccati dopo il GP d’Europa ma che faranno di tutto per tenere vive le speranze iridate.

In pista, non mancano inizialmente due incidenti distinti, entrambi alla curva 6: prima cade Deniz Öncü, segue Filip Salač. Entrambi sono un po’ doloranti ma si allontanano sulle proprie gambe, anche se il pilota ceco si dirige al Centro Medico per controlli. Doppio botto per il team Sky VR46, iniziato con un highside di Vietti e poi la scivolata di Migno nel tentativo di evitarlo.

Tanti cambiamenti nel corso della sessione per quanto riguarda le posizioni in classifica. Si vede Fernández, ma non sono da meno anche i rookie Alcoba e Öncü (ripartito senza conseguenze dopo l’incidente iniziale). Ma come sempre sul finale abbiamo l’ultimo assalto, a caccia del miglior piazzamento possibile. Alla fine emerge Tony Arbolino, autore del nuovo record assoluto davanti ai due esordienti.

La classifica 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”

MotoGP, Luca Marini-Pecco Bagnaia-Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e “new generation”: obiettivo Mondiale tricolore

binder espargaro ktm motogp

MotoGP, Mike Leitner (KTM): “I risultati del 2020 parlano da soli”