thomas luthi moto2

Moto2, Qatar: A Thomas Lüthi le FP1, 20 piloti in un secondo

Thomas Lüthi inizia la stagione 2020 con il miglior crono nelle FP1. Seconda piazza per Jorge Martín, Aron Canet in evidenza col 3° tempo.

6 marzo 2020 - 13:07

La Moto2 inizia il suo 2020 con Thomas Lüthi al comando. L’alfiere Intact GP si impone nel primo turno di libere della categoria, con Jorge Martín a 17 millesimi e la sorpresa, Aron Canet, 3° a 47 millesimi. Avvio di stagione che mostra come sia sempre una categoria davvero combattuta: 20 piloti in meno di un secondo!

Una novità per i ragazzi della categoria Moto2 è l’introduzione di una nuova gomma anteriore, disponibile per questo GP nelle mescole supersoft e media. Dimensioni diverse (125/75R17, rispetto alla precedente 120/75R17), una nuova carcassa: una costruzione della gomma quindi più durevole, per limitare la ‘crescita’ ad alta velocità e favorire una migliore gestione.

Non mancano esordi e qualche ritorno (ne abbiamo parlato qui) in questo 2020. Da registrare anche la presenza di Lowes, convalescente da un importante infortunio ad una spalla: ottenuta l’idoneità, il pilota EG 0,0 Marc VDS ci prova. Prima metà del turno in cui non mancano alcuni incidenti: Vierge, Bastianini, il leader dei test Navarro protagonisti di scivolate distinte, ma tutte alla curva 6. Finale con caduta per Baldassarri, che chiude il turno anzitempo alla curva 15, spettacolare salvataggio invece per Gardner.

La coppia Sky VR46 ed il duo Speed Up a lungo monopolizzano le prime posizioni, fino agli ultimi minuti. Thomas Lüthi in particolare scala la classifica portandosi al comando, mantenendo il piazzamento fino alla bandiera a scacchi. Balza all’ultimo in seconda piazza Jorge Martín, dietro di lui la sorpresa già nei test, il rookie Aron Canet.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Maio Meregalli

MotoGP, Maio Meregalli: “Il calendario sprint può aiutare Valentino Rossi”

MotoGP, Marc Marquez e suo fratello Alex

MotoGP, Marc Marquez a Jerez per cancellare gli spettri dell’inverno

dovizioso motogp

MotoGP, Dovizioso idoneo per il GP. “Ma finché non salgo in sella…”