Randy Krummenacher

Supersport Qatar, Prove 2: Randy Krummenacher firma con MV Agusta

Jules Cluzel, il terzo incomodo, è il più veloce nella prima giornata di prove Supersport. Precede Caricasulo. Intanto il leader Krummenacher firma per MV

24 ottobre 2019 - 18:52

La Supersport in Qatar proporrà in finale thrilling. Nella sfida che scatta sabato alle 17:15 Randy Krummenache rparte con 8 punti di vantaggio su Federico Caricasulo. Sono compagni di squadra in Evan Bros Yamaha e la tensione è alle stelle. Nel precedente round in Argentina lo svizzero, 29 anni, ha accusato la squadra di avergli dato un motore poco veloce, per favorire il successo di Caricasulo che nel 2019 salirà in Superbike con GRT Yamaha. Poi si è scusato, ma la frittata era fatta. Nella prima giornata di prove il più veloce è stato il terzo incomodo, Jules Cluzel: ha 22 punti di ritardo, su 25 disponibili. Il francese  precede Caricasulo con Krummenacher quinto tempo a 8 decimi. In mezzo ci sono anche Ayrton Badovini (Kawasaki) e Isaac Vinales (Yamaha Kallio). Se sabato finisse così, Caricasulo sarebbe iridato per un punto. Intanto…

KRUMMENACHER FIRMA MV AGUSTA

Comunque finisca la volata Mondiale, il 29enne svizzero lascerà la Yamaha. Si è già accordato con MV Agusta e dividerà il box italiano con Federico Fuligni, confermato. Con Krummenacher il team di Andrea Quadranti mette le mani su un pilota potenzialmente da titolo. La MV non vince un Mondiale dal 1974, l’ultimo lampo di Phil Read in 500GP. L’alloro Supersport è già stato sfiorato nel 2016 con Jules Cluzel. Se sabato alle 17:15 Krummenacher uscisse vittorioso dallo spareggio con Federico Caricasulo, la MV Agusta potrebbe addirittura schierarsi con il #1.

LA TENSIONE SALE, KRUMMI CADE

Nella prima giornata di prove la tensione ha già fatto sentire i suoi effetti. Randy Krummenacher è incappato in una scivolata (qui il video) senza alcuna conseguenza. La lotta fra i due piloti di Evan Bros Yamaha è così tesa che, nonostante i 22 punti di distacco, anche Jules Cluzel può sperare: il francese sarebbe campione se vince e i due avversari non vanno oltre il quattordicesimo posto. A Magny Cours, due round fa, Krummenacher e Caricasulo sono caduti nella prima fase di gara, in successione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike: Scott Redding vola, ma Jonathan Rea non ha paura

Leon Camier

Superbike Test Aragon, giorno 2: Scott Redding a tutta forza

Leon Camier

Superbike: Leon Camier allarme rientrato, la spalla è a posto