Superbike, Jonathan Rea

Superbike Most, che Superpole! Jonathan Rea dice 33

Jonathan Rea conquista la pole position per la sesta volta in sei round. Alle 14 scatterà in prima fila con Toprak Razgatlioglu e Scott Redding.

7 agosto 2021 - 11:28

Jonathan Rea conquista la pole position per la sesta volta in sei round. Alle 14 scatterà in prima fila con Toprak Razgatlioglu e Scott Redding. La novità Most, dove piloti e team del Mondiale non avevano riferimenti, non ha cambiato di una virgola le carte in tavola: il Cannibale resta il pilota da battere, Toprak e il ducatista provano a rendergli vita difficile. Sul giro secco non c’è partita: Rea quest’anno è partito sei volte su sei dalla migliore casella, in carriera sono 33 centri. Relativamente pochi, perchè in passato Jonathan era abbastanza allergico al giro tutto-o-niente, e aveva in casa lo specialista Tom Sykes a rovinargli la festa.  Con l’attuale equilibrio tecnico partire davanti è diventato importantissimo, per cui Rea si è dato da fare per colmare la (piccola) lacuna.

Toprak al traino, Redding infuriato 

Le Yamaha volano nel tratto più veloce della pista, una serie di “S” molto rapide dove l’equilibrio del veicolo è importantissimo. Non c’è dubbio che la YZF-R1 al momento sia la Superbike di vertice. Toprak si è lanciato in pista per il secondo tentativo tenendo come riferimento il compagno Andrea Locatelli, alla fine ottimo sesto. Nel settore preferito Toprak è stato perfetto, ma alla resa dei conti gli sono mancati 67 millesimi per completare il capolavoro. Con la seconda super soft Scott Redding ha dovuto abortire il tentativo per le bandiere gialle agitate, e con la gomma già alla frutta è comunque piombato in prima fila, terzo posto.

Delbianco ad un soffio dagli ufficiali HRC

La prima curva è un imbuto, per cui tutti seguiremo con particolare interesse Garrett Gerloff, che nelle gare precedenti ne ha combinate diverse. L’ultima ad Assen, toccando Toprak quel tanto che è bastato a mandare in frantumi la classifica Yamaha. Qui il texano partirà al centro della seconda fila, in mezzo a Tom Sykes, che almeno per un giro ha fatto decollare la BMW, e un Locatelli sempre più convincente. In terza fila ci saranno Haslam, Rinaldi e Lowes. Bellissima qualifica di Alex Delbianco, 14° con la Honda MIE: la CBR-RR satellite non era mai stata così vicina alle due HRC.

Alle 14 la prima sfida 

Anche se oggi il meteo è tornato stabile, la prima sfida parte con grandi incognite: la pista di Most su cui nessuno ha riferimenti, la durata delle gomme, la prima curva che rischia di essere una tagliola. Questi sono solo tre dei tanti punti di domanda che aleggiano sulla corsa. Il Mondiale riparte con Jonathan Rea in vantaggio di 37 punti su Toprak Razgtalioglu, +81 punti su Scott Redding. Il Cannibale rincorre il 200° podio in carriera, obiettivo più che alla portata. Qui gli orari delle dirette TV e streaming.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Silvio Tosseghini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike

Superbike, Montmelò

Superbike Montmelò: Redding e Ducati arpionano gara 1, Toprak rompe

Superbike, Tom Sykes

Superbike Montmelò: La Superpole è di Tom Sykes, lo scaricato da BMW