Superbike, Michael Rinaldi

Superbike Misano gara 1: Rinaldi che trionfo! Ma Rea si salva

Formidabile vittoria di Michael Rinaldi nella prima sfida Superbike. Jonathan Rea prova ad inseguire ma rischia ed evita miracolosamente la caduta. Toprak secondo si fa sotto

12 giugno 2021 - 14:33

Meravigliosa vittoria di Michael Rinaldi nella prima sfida Superbike a Misano. Pilota e moto italiana vincenti, il ritorno del publico in tribuna: che volete di più? Il 24enne riminese è scattato come un fulmine dalla seconda fila, ha infilato Jonathan Rea alla prima curva, con una manovra spettacolare e pulitissima, e poi non ha dato tregua. Il Cannibale ha provato l’inseguimento ma a un terzo del cammino ha perso aderenza in curva uno, evitando la scivolava con una incredibile manovra al Marc Marquez. La Kawasaki si è appoggiata sul gomito destro del sei volte iridato, riuscito miracolosamente ad evitare una caduta che sembrava ormai inevitabile (qui la foto). Bravissimo, e anche un pò fortunato. Rea è rientrato in coda a Toprak Razgtalioglu ma visto l’andazzo non è andato a caccia di guai, limitando i danni con il terzo posto. La Yamaha con il secondo posto recupera a -31 punti dalla vetta. Perde quota invece Scott Redding solo quarto e ridimensionato dal giovane compagno di squadra.

Rinaldi dà la scossa

Michael, velocissimo sul tracciato di casa, ha ridato la scossa al Mondiale dimostrando che Jonathan Rea si può battere. Certo, non è facile: bisogna andare fortissimo, come questo Rinaldi semplicemente perfetto. La seconda fila (quarto tempo) aveva un pò annebbiato l’entusiasmo suscitato dalle precedenti sessioni, ma il ragazzo ha rimediato in una curva. E’ entrato alla Variante del Parco come fosse l’occasione della vita, ha preso traiettoria più interna di Rea e ha beffato il Cannibale. Super! Su questo tracciato dove Kawasaki due mesi fa non aveva girato, il Cannibale stavolta è finito all’angolo. Voleva la nona perla, ed ha rischiato di compromettere tutto. Ma come sempre accade, a conti fatti Jonathan Rea ha pagato solo quattro punti ad un Toprak molto solido. Guadagnando ulteriore terreno nei confronti di uno Scott Redding che con queste gomme così soffici non fa la differenza: quasi tutto lo schieramento è partito con la SCX “evoluzione” (qui i dettagli tecnici)

Domenica le due sfide più bollenti 

A Misano lo show è appena cominciato: domenica saranno due le sfide in programma. Alle 11 la Superpole Race che in appena dieci giri definirà le tre file d’eccellenza di gara 2 e assegnerà 12 preziosissimi per la classifica mondiale. Alle 14:00 la battaglia conclusiva, sulla distanza canonica dei 21 giri. Qui gli orari delle dirette tv, le highlights su Corsedimoto

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

1 commento

FRA 1988
17:08, 12 giugno 2021

Redding è stato impalpabile non riuscendo nemmeno
a raggiungere Rea dopo l’errore. Il primo pilota di una
casa costruttrice non può prendere paga come ha
fatto oggi con Rinaldi. Le gomme non devono essere
sempre un alibi in caso di risultato al si sotto delle aspettative. Razgatlioglu ha dimostrato ancora il suo talento con una moto meno potente di Ducati e Kawa.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding in Catalunya

Superbike, Scott Redding: “Mi sento in colpa per il sorpasso a Bassani”

Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike