Leon Camier

Superbike: Leon Camier allarme rientrato, la spalla è a posto

Nessuna lesione per il 32enne britannico di Ducati Barni. I prossimi test a Jerez non sono a rischio

14 novembre 2019 - 16:37

Leon Camier, allarme rientrato. La spalla sinistra del 32enne pilota britannico non ha subìto ulteriori danni nella scivolata durante i test di Aragon. I controlli medici hanno riportato soltanto uno stiramento, tanto che l’ex campione BSB aveva l’intenzione di tornare in circuito per riprendere i collaudi. Ma è stato dissuaso, per non pregiudicare la condizione fisica in vista dei prossimi impegni. La Superbike infatti tornerà in pista il 27-29 novembre a Jerez per la seconda tappa dei Winter Test, l’ultima dell’anno solare.

ESAMI NEGATIVI

Leon Camier è scivolato dopo appena cinque giri, sull’asfalto bagnato. Volando sull’asfalto ha preso un colpo alla stessa spalla infortunata a Imola, il maggio scorso. In quella occasione erano saltati alcuni legamenti, e dopo aver atteso oltre due mesi che si saldassero da soli, Leon aveva deciso di sottoporsi ad un intervento di ricostruzione a luglio. Era rientrato in pista soltanto a fine settembre a Magny Cours, per concludere la seconda stagione con la Honda, che non gli ha dato soddisfazioni. Gli esami compiuti all’ospedale di Aragon hanno dato esito negativo. Quindi tutto a posto.

“LEON SCALPITA”

Avevamo gran bisogno di girare, per questo Leon è sceso in pista anche sul bagnato” racconta Marco Barnabò, titolare di Barni Racing. “Camier non si è fatto pregare, perchè ha una gran voglia di prepararsi al meglio per il Mondiale 2020. Ha molta voglia, sta scalpitando. Addirittura voleva tornare in moto, ma lo abbiamo dissuaso. Il prossimo test di Jerez è importantissimo, metterlo a rischio sarebbe stata una sciocchezza.” Il primo giorno Leon Camier aveva compiuto 37 giri, il migliore dei quali in 1’52″902, a circa 2″5 dal leader Jonathan Rea.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Sandro Cortese

Superbike: Sandro Cortese a piedi “Magari vado in Endurance”

Superbike, Toprak

Superbike: Yamaha 2020 solo per Toprak e van der Mark

Scott Redding

Superbike: Scott Redding “Ducati ha tutto per vincere”