Honda, Superbike, Alvaro

Superbike, Alvaro Bautista piove sul bagnato: “Volato via per un guasto”

Alvaro Bautista è caduto all'ultimo giro di gara 1 per un problema elettronico della Honda. "Si è rotto un sensore, non avevo più controllo. Un'incidente grosso, ma sto bene"

23 maggio 2021 - 10:23

Piove sul bagnato in casa Honda, la prima vittoria in Superbike del nuovo corso HRC resta un miraggio. Un problema elettronico ha innescato la rovinosa caduta che all’ultimo giro di gara 1 ha tolto di scena Alvaro Bautista. Sulla CBR-RR stanno adottando accorgimenti tecnici da MotoGP, come il torductor descritto nel dettaglio in questo articolo. Ma qualcosa durante la prima corsa del campionato non ha funzionato a dovere. “A quattro giri dalla fine il cambio si è indurito, è diventato difficile cambiare marcia” ha raccontato Alvaro Bautista. “Ogni giro era peggio, finchè alla curva 2 non sono volato via. E’ stato un’incidente molto pesante, come se la ruota posteriore fosse partita via sull’olio.” La verità era diversa….

Sensore rotto, controllo di trazione in tilt

“Analizzando i dati ci siamo resi conto che per un problema ad un sensore a metà curva il motore ha dato piena potenza (cioè non c’era più controllo di trazione, ndr) e sono caduto. La botta è stata molto violenta, l’aspetto positivo è non essersi fatti di nuovo male. Ho preso un colpo alla caviglia, ma spero di essere in grado di correre regolarmente le due gare di domenica.” Nel warm up, sul bagnato, Alvaro Bautista ha compiuto sei giri, quanti gli altri piloti, segnando il tredicesimo tempo a circa quattro secondi dal primo, Alex Lowes.

“Peccato, ma siamo in ascesa”

Già prima del via Bautista non era al meglio fisicamente, soffrendo ancora dei postumi della botta incassata due mesi fa mentre si allenava in motocross. “Ma a differenza dei test qui sono riuscito a guidare abbastanza sciolto, senza avvertire dolore. In gara stavo recuperando, ho fatto bei sorpassi ed ero agganciato al gruppetto di Lowes, Toprak, Redding e Davies. Con i problemi che ho avuto nel finale sarebbe stato impossibile andare al podio, ma in qualche modo sono contento, perchè le prestazioni della Honda sono in netto miglioramento. Ci stiamo avvicinando ai migliori.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

bradl test misano motogp

MotoGP Test Misano: pista ‘bagnasciutta’, nuovo prototipo Honda 2022

Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Toprak Razgatlioglu: “Contatti con Johnny Rea? Nessun problema”

Superbike

Superbike: grave trauma cranico per Tom Sykes, rimane in osservazione