Mandalika, Superbike

Superbike: Mandalika non è pronta, rinviata la gara dell’Asia Talent

Mandalika non è pronta: oggi doveva andare in pista l'Asia Talent Cup come prova generale, ma è stato tutto rinviato al prossimo week end. Che pista troveranno le Superbike?

14 novembre 2021 - 10:35

La cancellazione dell’odierna tappa dell’Asia Talent Cup getta ombre sinistre sulla finalissima Superbike che si dovrebbe correre il prossimo week end sul nuovissimo tracciato di Mandalika. Doveva essere la prova generale per verificare che tutto sia in ordine, ma non si è potuto correre perchè le infrastrutture non sono ultimate, specie quelle che riguardano la sicurezza. “L’evento è stato riprogramma per il prossimo week end, insieme alla Superbike” fa sapere Dorna. “Adesso le necessità dell’organizzazione sono state identificate e Dorna Sport oltre al gestore dell’impianto Mandalika Grand Prix Association sono al lavoro per garantire la sicurezza quando le gare partiranno” 

Era previdibile che… 

Organizzare la finalissima di un Mondiale su un impianto finito da poche ore, in una regione come Lombok dove simili eventi non ci sono mai stati, è stato un grande azzardo per Dorna.  Sono in ballo grandissimi affari: l’impianto è stato inaugurato in pompa magna nei giorni scorsi, direttamente dal primo ministro indonesiano. Ma il giro di soldi lambisce solo di riflesso la Superbike. La torta grossa è la MotoGP che qui correrà un GP l’anno prossimo. A febbraio ci sarà una sessione di test invernali, per cui la Superbike serve da banco di prova per verificare che tutto funzioni e avere il tempo di apportare modifiche. Se tutto fosse già deciso, la Superbike avrebbe potuto fare da cavia senza patemi. Toprak e Jonathan ai ferri corti, invece che un’opportunità, per il promoter sono diventati un grave problema.

C’è anche il problema quarantena

Problema aggiuntivo: piloti e personale dei team non potranno essere in circuito prima di mercoledi, dopo i due giorni di quarantena obbligatoria che Dorna ha negoziato con le autorità locali. Nel paddock della Superbike ci sono parecchie persone non vaccinate, inclusi, secondo l’on line Speedweek,  14 piloti fra Superbike e Supersport. Il compromesso raggiunto con le autorità locali prevede che piloti e tecnici non possano muoversi dagli hotel, e possano fare la spola con il cicuito unicamente servendosi di navette dell’organizzazione. Quindi per i piloti ci sarà pochissimo tempo per verificare la situazione e chiedere eventuali modifiche.

Le casse delle moto violate

Le squadresono anche in apprensione perchè nei giorni scorsi alcune casse sono state aperte (come si vede nel video qui accanto) da persone dell’organizzazione. Che poi hanno postato sui social foto in posa davanti ad alcune moto. Si presume che sia stata una (gravissima…) ingenuità e che niente sia stato toccato o peggio asportato. Ma l’episodio ha destato grandissimo sconcerto: in Indonesia ne ha parlato perfino la rete televisiva globale CNN.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Toprak Razgatlioglu: la nuova grafica del 54 + 1

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista: le prime richieste per Ducati

Superbike Supersport MV Agusta

Superbike, la nuova F3 800RR farà sognare MV in Supersport?