Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: “Voglio ritardare la fine del sogno”

Jonathan Rea punta al sesto titolo Superbike e ritiene che la Kawasaki sia l'onda giusta: "Dvo ritardare la fine di questo sogno".

10 marzo 2020 - 20:52

Jonathan Rea e Kawasaki sono l’onda travolgente del Mondiale Superbike. Dal 2015 al 2019 ha infranto ogni record conquistando cinque titoli consecutivi. Nel 2020 lotterà per il sesto, dopo un ottimo inizio di stagione contrassegnato da un podio e una vittoria a Phillip Island. “Le corse sono come il surf. Non puoi forzare l’arrivo dell’onda. Devi aspettare quella giusta. Quando arriva, la monti semplicemente e tutti i pezzi si incastrano nel migliore dei modi… L’onda può arrivare, ma devi essere pronto“. Il momento giusto è arrivato alla fine del 2014, quando ha chiuso la collaborazione con Honda. “La mia onda è stata il Kawasaki Racing Team“.

Il campione nordirlandese sta vivendo il sogno più bello della sua carriera. Sembra non finire mai, pur consapevole che questa favola dovrà avere prima o poi una fine. “Il sogno non è infinito – ha aggiunto Jonathan Rea -. L’obiettivo è di ritardare la fine il più a lungo possibile. Sento di poter essere competitivo e lottare per il campionato nei prossimi anni. Questo è il nostro obiettivo“.

JOHNNY E IL RECORD DELLE 100 VITTORIE

Vincere anche il prossimo titolo nel WorldSBK, dimostrare di essere ancora il vero imperatore delle derivate di serie. E stavolta la concorrenza è davvero agguerrita. “In inverno tutti iniziano da zero, tutti sono eccitati, tutti scommettono sul campionato. So di poter contare su una grande squadra e una moto competitiva. Ho la fiducia di aver vinto cinque campionati con uno stile diverso. Ho vinto dominando, ho vinto con un gap o, come l’anno scorso, recuperando da dietro. Avere vissuto tutti questi scenari mi aiuta a essere mentalmente preparato agli imprevisti“.

Non rincorre numeri e record, ma non nasconde di voler raggiungere il traguardo delle 100 vittorie. Mettere la sua firma indelebile nel mondo della Superbike. “Adoro correre, lavorare con la mia squadra, viaggiare per il mondo con la mia famiglia. L’obiettivo rimane lo stesso: continuare a vincere. Non sono uomo di numeri, ma se guardo le statistiche, sarebbe bello ottenere il numero magico di 100 vittorie in questa stagione. Dal punto di vista delle gare ho superato tutte le mie aspettative – ha concluso Jonathan Rea -. Ma voglio continuare a vincere e imparare“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Test Superbike, Jonathan Rea… adesso provate a prendermi!

Superbike, Toprak

Superbike: Guardate come frena quel matto di Toprak! (VIDEO)

Superbike, Scott Redding

Superbike: Test Montmelò Tempi ore 13 Rea-Redding la marcia in più