Iker Lecuona Superbike

Superbike, Iker Lecuona: “Devo dimenticare la MotoGP”

Dopo il primo test Superbike Iker Lecuona evidenzia le differenza dalla MotoGP. Prima conferenza stampa da pilota ufficiale Honda.

15 gennaio 2022 - 8:23

Iker Lecuona si presente da nuovo pilota Honda e inaugura la nuova avventura nel Mondiale Superbike. Chiusa l’esperienza in MotoGP proverà a mettersi al passo con i big delle derivate: Toprak Razgatlioglu, Alvaro Bautista, Jonathan Rea. Nel primo test con la CBR1000 RR-R ha riportato una frattura al dito della mano sinistra, ma ora è definitivamente guarito. “Sto molto meglio, tra una settimana torno ad allenarmi in moto“. Si era persino parlato di un possibile ritorno in classe regina come sostituto di Marc Marquez, ma smentisce: “Mai nessuno mi ha parlato di questa possibilità“.

Iker dalla MotoGP alla SBK

Il giovane pilota catalano deve adattare lo stile di guida per una moto sostanzialmente diversa dalla KTM RC16. E trovare il feeling con le gomme Pirelli che reagiscono in maniera diversa dalle Michelin. “Devo aggiustare meglio le mie traiettorie. Nel prossimo test di Jerez cercherò di fare più giri possibile per divertirmi e imparare tutto quello che mi serve“. Sarà una stagione Superbike di apprendimento, ma dove cercherà di togliersi le prime soddisfazioni. Il biennio concluso con Bautista ha dimostrato che HRC non è ancora pronta per l’assalto al titolo Superbike. “Penso che la moto non sia pronta per lottare ancora per il mondiale, ma possiamo sicuramente migliorare e crescere“.

Iker Lecuona dovrà fare i conti anche con un format diverso rispetto alla MotoGP. Ci saranno tre gare in ogni week-end: “Devo ricominciare da zero e dimenticare che ero un pilota della MotoGP. Ad esempio lì si usa molto l’elettronica, qui è tutto differente. Ma correrà su molti circuiti che già conosco bene“. Alle spalle un team ufficiale come la Honda. “In KTM avevamo il supporto della fabbrica, ma non era il team ufficiale, quindi i componenti arrivavano dopo un po’. Quando entro nel box ho tutti gli ingegneri al mio fianco, mi ascoltano e parliamo. È una sensazione speciale, non l’ho mai provata prima“.

Dal prossimo test  di fine gennaio bisognerà resettare il passato e guardare al prossimo campionato. Immergersi in un nuovo mondo che può e deve rappresentare un trampolino di lancio per Iker Lecuona. “In Superbike utilizziamo un motore di serie, mentre in MotoGP è un prototipo. Dopo il primo test mi sono accorto che le Pirelli perdono aderenza molto velocemente, tendono a sbandare il rettilineo a differenza delle Michelin. Inoltre il telaio della SBK è più leggero di quello della MotoGP. Penso che la SBK sia più difficile della MotoGP, soprattutto in frenata e nella potenza del motore“.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Loris Baz

Superbike, Loris Baz: “Con BMW non possiamo vincere subito”

Jonathan Rea e Toprak Razgatlioglu

Superbike, nuovi regolamenti 2022: arrivano i Judges of Facts

Axel Bassani Superbike

Superbike, Axel Bassani gira con Marc Marquez a Portimao