Superbike Phillip Island 2020

LIVE Superbike Phillip Island: Gara 2 Lowes batte Rea!

Segui in diretta LIVE il primo round del Mondiale Superbike 2020 a Phillip Island. Aggiornamenti in tempo reale di Superpole Race e Gara-2.

1 marzo 2020 - 3:50

LOWES LEADER MONDIALE

Con la seconda vittoria iridata, dopo Brno 2018 con la Yamaha, Alex Lowes balza al comando della classifica. E’ la prima volta per il 29enne britannico, che qui debuttava con la Kawasaki.

LOWES BATTE IL CAPITANO!

Concitatissimo finale: Toprak si è fermato alla curva 8, per un problema tecnico. Al penultimo giro Alex Lowes, al primo impegno con la Kawasaki, ha messo nel mirino Rea e lo ha passato senza complimenti. Inutile la reazione dell’iridato, battuto per 37 millesimi. Di nuovo terzo Redding, triplo podio al debutto con la Ducati.

TOPRAK CHE SUCCEDE?

Giro 20: A tre dalla fine Toprak si rialza alla curva 3, forse un problema tecnico, e porta fuori linea Baz che finisce nella sabbia. Tutti in piedi, un mezzo miracolo…

REA PRENDE SLANCIO

Giro 18: Con il suo giro migliore, 1’32″173, Rea  tenta la fuga ma ancora non basta: van der Mark, Baz, Toprak, Redding e Bautista sono ancora tutti lì.

REA ROMPE GLI INDUGI?

Giro 17: Ormai siamo vicini alla resa dei conti e il gruppo è sempre compatto: Rea ha qualcosa da spedere? Alle sue spalle ancora tutti attaccati.

CARICASULO CADE ANCORA

Giro 11: Federico Caricasulo cade alla 10. In testa è Baz a punzecchiare Rea, sempre impegnato a tenere molto alto il ritmo gara. Gruppo compatto con dieci piloti in 2 secondi.

ANDAMENTO LENTO

Giro 7: Rea sta controllando corsa e ritmo, girando pianissimo, sul passo di 1’32” alto. Per cui il gruppo è compattissimo: solo due secondi fra i leader e Sandro Cortese, decimo.

REA TORNA DAVANTI

Giro 2: Rea supera van der Mark con un preciso sorpasso alla curva 4.Intanto Haslam e Rinaldi finiscono a terra alla curva 10: piloti OK.

PARTITI!

Giro 1: Rea scatta bene dalla pole, ma viene attaccato subito da van der Mark, che va in testa. Seguono Toprak, Lowes e Redding scattato non al meglio dalla terza casella.

TENSIONE AL VIA

14:58 Fa più caldo di ieri: la gara scatterà con 30°C temperatura aria, 42°C sull’asfalto. Queste condizioni metteranno sicuramente ancora più in difficoltà i piloti per quanto riguarda la durata degli pneumatici. Soffia anche un vento teso, favorevole ai piloti sul rettilineo principale. In pole c’è Jonathan Rea (sotto) vittorioso nella Superpole Race di stamane.

BAYLISS E GODDARD FESTEGGIANO

14:55 Phillip Island festeggia il 30° anniversario dello sbarco della Superbike su questo tracciato. In griglia di partenza Peter Goddard, uno dei vincitori dell’edizione 1990, ha tagliato la torta celebrativa insieme a troy Bayliss. Che nel ’90 ancora non aveva cominciato a correre, ma resta l’icòna degli australiani in questo campionato

ATMOSFERA SULLO SCHIERAMENTO

14:50 Grande attesa a Phillip Island per la sfida finale del round d’apertura del Mondiale Superbike. Gli organizzatori hanno appena diramato l’afflluenza: 54.437 spettatori, un migliaio in più di anno scorso.

LOCATELLI DEBUTTO VINCENTE

Andrea Locatelli battezza con un superlativo successo il debutto nel Mondiale Supersport. L’ex pilota della Moto2 non ha lasciato niente agli avversari, conducendo la corsa dal primo all’ultimo giro. Una dimostrazione di talento impressionante: la serie cadetta ha già trovato il suo padrone? Locatelli corre con la Yamaha Evan Bros, formazione ravennate vincitrice del Mondiale 2019 con lo svizzero Randy Krummenacher. Bella partenza anche per Raffaele De Rosa, 2° con la MV Agusta. Podio completato dal francese Jules Cluzel (Yamaha GMT94).

IL LOCA CON IL VENTO IN POPPA

Giro 14: Ormai Andrea Locatelli ha la vittoria in pugno. A tre giri dalla fine ha di nuovo quasi 5″ di vantaggio su De Rosa e Cluzel ai ferri corti fra loro. Il baby Gonzalez (17 anni) è nono davanti a Fuligni.

LOCATELLI RESTA 1° AL PIT STOP

Giro 11: Dopo la girandola dei pist stop è ancora Andrea Locatelli a guidare la corsa, anche se il margine di vantaggio si è ridotto da 5″5 a 3″5 nei confronti di De Rosa.La Race Direction sta comunicando una serie di penalità a tempo ai piloti che hanno infranto la norma sulla sosta obbligatoria, rientrando in pista prima del consentito.

CADE ANCHE OTTL

giro 7: Ci stiamo avvicinando al momento del pit stop per cambio gomma posteriore obbligatorio con Locatelli al comando con 2″5 di margine su De Rosa, Mahias e Cluzel. Nessun pilota si è ancora fermato, la sosta va fatta entro il decimo giro. Intanto è caduto Phillip Ottl, pilota Kawasaki Puccetti.

DE ROSA SECONDO DIETRO IL LOCA

giro 4: Locatelli ha mezzo secondo su un determinatissimo Raffaele De Rosa: il campano si è sbarazzato di Jules Cluzel  (Yamaha) e adesso tenta di non farsi staccare dal fuggitivo. L’iridato WSSP300 Manuel Gonzalez è 11° e precede Fuligni, con la terza MV Agusta.

KRUMMENACHER CADE ALLA PRIMA CURVA

giro 1: Subito un colpo di scena, Randy Krummenacher cade alla prima curva. Pilota OK ma speranze MV Agusta adesso riposte solo sulle spalle di Raffaele De Rosa. Intanto Andrea Locatelli ha già preso la testa della corsa.

SUPERSPORT AL VIA

13:13 Sta per prendere il via il primo round del Mondiale Supersport 2020. La gara si corre sulla distanza di 16 giri, con pit stop obbligatorio entro il decimo giro per il cambio gomma posteriore. In pole c’è Andrea Locatelli, con la Yamaha Evan Bros. Duello in vista con Randy Krummenacher, iridato in carica e neoacquisto MV Agusta.

CLASSIFICA MONDIALE SUPERBIKE

La situazione dopo due gare (su 39): 1. Razgatlioglu punti 34; 2. Lowes 28; 3. Redding 23; 4. van der Mark 18; 5. Haslam 21; 6. Rea e Baz 12.

GUARDATE CHE ARRIVO!

Qui sotto le immagini dell’arrivo: Rea ha tagliato il traguardo con 67 millesimi di vantaggio su Toprak e 72 su Redding, con Lowes 4° a 2 decimi.

REA 89° TRIONFO MONDIALE

Per Jonathan Rea è la vittoria numero 89 nel Mondiale. Il 33enne nordirlandese riscatta così lo “zero” di gara 1, per caduta. Ma Toprak minaccia di essere una grandissima insidia per il Cannibale. Ancora un podio per il ducatista Redding.

REA VINCE, CHE SPETTACOLO!

Jonathan Rea si aggiudica la gara sprint dopo un meraviglioso duello con Toprak Razgatlioglu, che ha provato due volte a sorprendere l’iridato alla curva 4. Nel giro finale sembrava fatta, ma Rea si è ripreso il comando con un pazzesco sorpasso all’interno della curva 12, un punto quasi impossibile. Di nuovo terzo Redding.

COMINCIA LA VOLATA FINALE

giro 9: Rea mantiene le redini della corsa, Toprak e Redding spingono e recupera terreno anche Lowes. Che mischia.

TUTTO DA DECIDERE

giro 7: Rea continua a guidare il gruppo composto da sette scatenati: Redding, Toprak, Lowes, van der Mark, Sykes e Baz. Tutto ancora in gioco. Mancano tre tornate.

CONTATTO REA-REDDING!

giro 5: Alla curva 4 toccata fra Redding, autore del giro più veloce e Rea. L’iridato si mantiene al comando ma è una guerra furibonda.

REA DAVANTI

4 giro: Jonathan Rea guida la corsa ma Toprak e Redding sono incollati. Il terzetto ha meno di un secondo su Baz e gli altri.

ALVARO BAUTISTA CADUTO

2 giro: Alvaro Bautista è andato in terra alla curva 6: pilota Honda OK.

PARTITI!

12:02 Anche stavolta Jonathan Rea ha bruciato tutti in partenza, scattando dalla terza casella. Al primo passaggio sul traguardo precede Toprak, Sykes, vand der Mark, Baz e Redding. Gruppo compatto

TENSIONE PALPABILE

11:58 Ci sono conti da regolare dopo gara 1, in particolare fra Tom Sykes e Jonathan Rea protagonisti di un discusso contatto alla Lukey Heights nel corso del giro iniziale. Sarà una partenza assai concitata, e dieci giri da cuore in gola.

IL METEO E LE GOMME

11:50 Dieci minuti al via della prima Superpole Race 2020. Meteo: cielo quasi sereno, temperatura aria 25°C, asfalto 23°C. Dieci i giri da percorrere. Nel 2019 Bautista (Ducati) vinse in 15’11″323 precedendo Rea (Kawasaki) e Haslam (Kawasaki). Partiranno tutti con gomma A posteriore. Rispetto a gara 1, le due Yamaha ufficiali sono andate sulla A anteriore. Sykes aveva fatto gara 1 con la B, adesso ha preferito la A.

COME FUNZIONA LA SUPERPOLE RACE

11:20 Lo schieramento di partenza è lo stesso di gara 1 con Tom Sykes (BMW) in pole. Dieci i giri da percorrere: nessun pilota userà la gomma X, la supersoffice da gara. La Pirelli ne ha sconsigliato l’utilizzo, per cui tutti monteranno la posteriore A (W1049), cioè la più tenera disponibile. L’arrivo definirà la composizione delle prime tre file della griglia di partenza di gara 2 (ore 05 italiane). Gli stessi nove piloti guadagnano anche punteggio Mondiale: 12 punti al primo, 9 al secondo, 7 al terzo e così via fino ad 1 punto per il nono arrivato.

SOLO SEDICI PILOTI AL VIA, TRE OUT

11:16 Solo sedici piloti prenderanno il via nelle due gare di oggi: la Superpole Race (ore 02 italiane, 10 giri) e gara 2 (ore 05, su 22 giri). Leon Camier (Ducati Barni) aveva dato forfait dopo le prove del venerdi, perchè ancora dolorante alla spalla sinistra ferita nei test di metà novembre ad Aragon. Per cadute nel warm up oggi si sono infortunati Eugene Laverty (BMW) e Garrett Gerloff (Yamaha GRT): entrambi hanno subìto una commozione cerebrale che ha consigliato i medici a negare l’autorizzazione al rientro in pista.

EUGENE LAVERTY NON CORRERA’

11:08 Gli organizzatori hanno comunicato che Eugene Laverty non prenderà parte alla Superpole Race nè a gara 2. Il pilota irlandese, al debutto sulla BMW, è incappato in una violenta caduta in ingresso alla curva 10, il tornante in discesa. L’incidente non sembrava così serio, ma rimbalzando sul terreno Laverty ha subito una commozione cerebrale, motivo per cui i medici hanno preferito tenerlo a riposo. In gara 1 Laverty aveva chiuso in undicesima posizione, a undici secondi dal vincitore Toprak Razgatlioglu.

WARM UP: BAZ DAVANTI, REA SOLO OTTAVO

09:55 Il warm up si conclude con Loris Baz (Yamaha) al primo posto, seguito da Alex Lowes (Kawasaki) e dal ducatista Scott Redding. Con la Honda Leon Haslam è quarto a precedere Toprak Razgatlioglu vincitore di gara 1. Jonathan Rea conclude ottavo, con 1’30″754, contro 1’30″470 di Baz. Il campione del Mondo ha anche compiuto una leggera divagazione sul cordolo alla velocissima curva tre. Qui sotto i tempi:

LORIS BAZ AL VERTICE

09:48 A quattro minuti dallo scadere è il francese Loris Baz il più veloce, con 1’30″470. Il pilota di Yamaha Ten Kate in gara 1 è arrivato settimo pagando 4 secondi al vincitore Toprak Razgatlioglu.

RIPARTE IL WARM UP

09:42 Il tracciato è stato appena riaperto: via libera per gli ultimi 10’43 di warm up. Saranno in pista solo quindici piloti: in Superbike è obbligatorio l’utilizzo di una sola moto, per cui i piloti coinvolti negli incidenti non possono ripartire. Leon Camier ha dato forfait dopo le prove del venerdi perchè non ancora ristabilito dall’infortunio alla spalla rimediato nei test.

QUANTE CADUTE

09:37 Warm up fermato con bandiera rossa per tre cadute: Eugene Laverty (BMW) è scivolato in ingresso alla curva 10, alla curva 4 invece sono finiti fuori pista Sandro Cortese (Kawasaki) e Garrett Gerloff (Yamaha), dopo un contatto fra di loro.  I piloti sembrano in buone condizioni, anche se Gerloff, 24enne statunitense al debutto nel Mondiale, è stato portato al centro medico. Al momento dell’incidente Laverty stava migliorando i riferimenti di Alex Lowes (Kawasaki) attualmente in testa. La sessione riprenderà appena ripulita la pista, con 10’43” rimanenti.

REA CON LA KAWASAKI RICOSTRUITA

09:35 Warm up partito. Jonathan Rea dovrà verificare il perfetto funzionamento della Kawasaki ricostruita dopo la rovinosa caduta al sesto giro di gara 1

METEO: LEGGERMENTE NUVOLOSO

09:25 A cinque minuti dall’inizio del warm up il cielo è leggermente coperto, senza minaccia di pioggia. Temperature: aria 18°C, asfalto 19 °C Sono quindi condizioni assai più fresche rispetto alla gara di sabato. Questa breve uscita servirà per preparare la Superpole Race che scatta alle 12 locali, le 02 in Italia: saranno dieci giri di adrenalina purissima…

PRONTI PER UN ALTRO SHOW

09:10 Mancano venti minuti al warm up che aprirà il programma domenicale del round australiano del Mondiale Superbike. L’antipasto di sabato è stato formidabile: una prima sfida ricchissima di colpi di scena, contatti, cadute e un arrivo che ha visto Toprak Razgatlioglu vincere per 8 millesimi su Alex Lowes e 41 su Scott Redding. E’ stata la seconda volata più serrata di sempre, dopo Monza ’97 quando i primi tre piloti arrivarano divisi da soli 7 millesimi di secondo. Nel warm up a disposizione 15 minuti.

INTRODUZIONE

Il weekend di Superbike a Phillip Island prosegue con la Superpole Race alle 01:50 e Gara 2 alle 05:00 (ora italiana). In Gara-1 non sono mancate le emozioni né i duelli corpo a corpo, a cominciare dalla bagarre tra Jonathan Rea e Tom Sykes, che ha costretto il campione in carica della Kawasaki ad un fuori pista. Rimessosi in carreggiata JR1 ha rimediato poco dopo una caduta che lo ha messo fuori dai giochi incassando il primo zero stagionale. Nella sfida a quattro fra le Yamaha, Alex Lowes e Scott Redding ha prevalso l’arrembante Toprak Razgatlioglu in sella alla sua nuova R1.

Nell’incidente di Jonathan Rea è rimasto coinvolto anche il nostro Federico Caricasulo. Il ravennate della Yamaha ha dovuto sostenere la sua prima gara nel Mondiale Superbike con l’airbag aperto, riuscendo a portare a casa un timido ma incoraggiante 12esimo posto. Chiude la top-10, invece, l’altro pilota italiano Michael Rinaldi. Buon esordio anche per le Honda HRC di Leon Haslam e Alvaro Bautista, rispettivamente in quinta e sesta piazza. Triste inizio, invece, per il Barni Racing Team che deve rinunciare alla partecipazione al GP a causa delle precarie condizioni fisiche di Leon Camier.

La Superpole Race e Gara-2 di Superbike a Phillip Island verranno trasmesse in diretta TV su Sky Sport MotoGP. TV8 manderà in onda la Superpole Race in differita, gara-2 in diretta. Su Corsedimoto.com la diretta LIVE con aggiornamenti in tempo reale dal circuito australiano, commenti e dichiarazioni dei protagonisti.

1 commento

marcogurrier_911
2:27, 1 marzo 2020

Due sorpassi che rimarranno negli annali. FUORICLASSE ASSOLUTO

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike: Alvaro Bautista “Battere Jonathan Rea a Portimao è speciale”

sykes superbike

Superbike: Tom Sykes, l’uomo d’oro sul mercato piloti 2021

van der mark bmw superbike

Superbike UFFICIALE BMW punta su Michael van der Mark nel 2021