Alex Lowes sul podio di Phillip Island

Superbike, Alex Lowes: “Jonathan Rea tornerà imbattibile”

Alex Lowes chiude sul podio la prima gara del Mondiale Superbike 2020 a Phillip Island. Ma attende il ritorno di Jonathan Rea: "Posso imparare tanto".

29 febbraio 2020 - 9:21

Inizio di Mondiale Superbike al cardiopalma sul circuito di Phillip Island. Ad accendere la miccia ci pensa la caduta di Jonathan Rea, che marca uno zero pesante. Toprak, Lowes, Redding e Van der Mark accendono lo show, in una sfida mozzafiato fino all’ultima curva. A tenere alti i colori del team iridato Kawasaki è stato il neo arrivato Alex Lowers, che ha mancato la vittoria per soli 7 millesimi dal turco della Yamaha.

Il britannico è partito dalla terza fila, nei primi giri ha lottato in settima piazza, dopo sette giri è salito in quinta posizione. A quattro giri dal traguardo ha rincorso il podio come un forsennato, vincendo la sfida contro Redding e Van der Mark. “In Superpole non ho sfruttato bene lo pneumatico da qualifica. Il mio ritmo è stato abbastanza buono fino alla fine, forse potevo fare meglio nei primi giri. Sapevo di poter attaccare i ragazzi Yamaha di fronte a me nell’ultimo giro. Ma poi Redding mi ha superato e ho pensato “dannazione”. In ogni caso, ho risolto bene la situazione e sono rimasto freddo nella battaglie“.

REA IL GRANDE ATTESO

Nelle prime fasi di gara Alex Lowes ha dovuto battagliare contro la Honda di Leon Haslam che gli ha fatto perdere qualcosa nella rincorsa del gruppetto di vertice. “La Honda ha un’ottima velocità massima! Mi ha superato alla fine del rettilineo prima della curva 1. Non me l’aspettavo affatto e ho toccato la sua ruota anteriore con quella posteriore. In qualche modo ci siamo bloccati un po’ e ho perso tempo. Ma sono stato in grado di riprendermi rapidamente. Nel complesso, è stata una grande gara con sorpassi, duelli fantastici e un gruppo forte. È stato davvero divertente“.

Si attendere una Gara 2 di Superbike altrettanto avvincente anche domani, magari con un altro protagonista in azione: Jonathan Rea. “Sfortunatamente, Johnny ha avuto un contatto con Tom, quindi è uscito dal gruppo“, ha spiegato Alex Lowes. “Per me è ancora il più veloce qui. Domenica sarà sicuramente in testa. Posso ancora imparare molto da Johnny, come guidare una moto e come sfruttare appieno il potenziale della Kawasaki“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonathan Rea

Superbike: “Kawasaki vuole tenersi Jonathan Rea, lui vuole restare”

Superbike

Superbike: “Correre il Mondiale a porte chiuse per noi è insostenibile”

Superbike Compleanno, Lucchinelli

Buon 32° compleanno Mondiale Superbike: che tempi, quei tempi!