dakar 2022

Dakar, tappa 12: gran finale di 164 km, chi sarà il nuovo campione?

Domani si disputerà la tappa conclusiva della Dakar 2022, che coronerà il nuovo campione. La situazione attuale, gli italiani e le ragazze.

13 gennaio 2022 - 18:17

In archivio anche un’undicesima tappa che tutti hanno definito molto dura. Ma siamo ormai alla fine, domani si deciderà il vincitore della Dakar 2022. Partendo da Sam Sunderland (GasGas/KTM) tornato al comando della classifica generale, a precedere una Honda, un pilota KTM Factory ed una Yamaha. Domani sarà una “passerella”, ma il colpo di scena è stato una costante in questa edizione, quindi al momento non c’è nulla di scontato. Anche per il fatto che i distacchi sono minimi, basta un piccolo errore per stravolgere la classifica… Il punto sulla situazione, le caratteristiche della tappa 12, rivedendo poi la giornata degli italiani e delle ragazze, ancora tutte in gara.

Il percorso del gran finale

Come detto, possiamo parlare tranquillamente di “passerella”, vista la breve distanza da percorrere. In programma infatti 680 km in totale da Bisha a Jeddah, ma con appena 164 km di tappa speciale.

 

Soprattutto sterrato, con un 27% di sabbia. Attese molte altre difficoltà tecniche anche per questo gran finale, prima di toccare nuovamente le rive del Mar Rosso e giungere al traguardo. Questo attende i motociclisti al via, sarà in questo ultimo tratto che si decideranno i campioni dell’edizione 2022.

Il vincitore, il leader e gli altri

Kevin Benavides è finito fuori classifica ieri per guai alla moto. Sicuramente ci sono la rabbia e la frustrazione provate ieri nel suo primo trionfo del 2022, purtroppo solo una soddisfazione personale visto che è tagliato fuori dalla lotta finale. Al comando della classifica riecco Sam Sunderland, secondo di tappa e certo con a referto un buon allungo sui diretti inseguitori. “Ma la gara non è conclusa finché non arrivi alla bandiera a scacchi dello stage finale” ha sottolineato il britannico. Domani sarà una ‘passeggiata’ di poco più di 100 km, ma servirà comunque la massima attenzione per evitare qualsiasi imprevisto. Cosa in cui spera magari Pablo Quintanilla, ultima speranza Honda in P2, od anche Matthias Walkner (KTM) terzo, non dimenticando Adrien Van Beveren-Yamaha, binomio ora 4° nella generale ma che ancora ci crede. Chiaramente non sono mancati giochi di strategia in questi ultimi giorni, tra la ricerca di posizioni di partenza migliori ed eventuali vantaggi nella corsa. La lotta è ancora aperta, vedremo chi saprà sfruttare al meglio la giornata finale.

Gli italiani e le ragazze

Non è mancata qualche disavventura per i ragazzi italiani. Danilo Petrucci, 17° di tappa, è però incappato in una brutta caduta sul finale. Si temeva inizialmente che avesse riportato la frattura della clavicola destra, in realtà sembra trattarsi “solo” di una forte botta. Procediamo poi con Giovanni Gritti, che porta a casa un 54° posto a +1:12:06, due posizioni avanti a Leonardo Tonelli, che chiude con un distacco di +1:13:29 dal vincitore. C’è poi l’Original by Motul Cesare Zacchetti, 61° al traguardo a +1:20:40, per trovare in seguito l’unico Winkler oggi in azione. Il rookie Andrea infatti ha chiuso 72° a +1:35:38, informando via social che papà Aldo è rimasto a riposo: il perché è nei grossi lividi sul fianco destro dopo la caduta di due giorni fa (un contatto con Tiziano Internò, come confermato dal pilota Original by Motul).

Segue Franco Picco 82° a +1:47:17, sei posizioni più in giù ecco Francesco Catanese a +1:51:23, mentre ha rischiato Lorenzo Piolini, come informa Internò, subito in suo soccorso, attraverso il suo profilo social. Ad un certo punto la moto del pilota milanese era rimasta senz’acqua… Alla fine tutto si risolve e Piolini completa la tappa odierna in 108^ posizione a +3:18:34, con Domenico Cipollone subito dietro a 4 secondi e Internò 110° a +3:19:00. Per quanto riguarda le ragazze, Mirjam Pol è 60^ a +1:20:35 ma con 6 minuti di penalità. Segue Sandra Gómez 67^ a +1:29:47, andando avanti con Sara García 76^ a +1:39:12, finendo con Audrey Rossat 95^ a +2:09:40.

Libro novità: “Il Galateo Social”, come comunicare con successo. Disponibile su Amazon

La top ten generale 

Le classifiche complete

Foto: A.S.O./Charly Lopez

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Danilo Petrucci KTM Dakar

Il consiglio di Danilo Petrucci: “Piloti MotoGP, provate la Dakar!”

Danilo Petrucci

Danilo Petrucci: “Figa la Dakar, posso andare in pensione sereno”

fantic picco dakar

Dakar 2022: Fantic e Franco Picco, che impresa per il binomio azzurro