rally raid dakar

Dakar 2022, il percorso: le 12 tappe del prossimo viaggio tra le dune

Ad inizio gennaio scatta l'edizione 2022 della Dakar. Ecco il percorso completo e le principali caratteristiche delle 12 tappe in programma.

28 novembre 2021 - 12:49

Il 2022 per i motori inizierà con il mitico Rally Raid Dakar, di scena dal 1° al 14 gennaio prossimi, prologo compreso (Jeddah-Ha’il). Dopo i primi dettagli resi noti a maggio, ecco svelato il percorso completo per i protagonisti di questa impegnativa competizione. A cominciare dal campione in carica Kevin Benavides, passato da Honda a KTM, ad aprire la lista dei 149 motociclistici pronti a sfidare i rivali e se stessi tra le dune. Dodici tappe, 8375 km di cui 4258 di speciali, partendo da Ha’il il prossimo 2 gennaio per finire a Jeddah il 14/01. Tutto il percorso e le caratteristiche principali delle tappe in programma.

Prologo e prime sei tappe

Si parte da Jeddah: 636 km, 19 km di speciale previsti dal prologo del 1° gennaio, con destinazione Ha’il. Una “passerella” per decidere l’ordine di partenza, aspettiamoci qualche bluff… Da qui il 2/01 inizierà la Dakar vera e propria, con inizio e fine in questa stessa città. Una tappa in tondo di 546 km, 334 km di speciale, in cui i piloti troveranno già le prime difficoltà di navigazione tra le sabbiose montagne del nord. Si continua poi fino a Al Artawiyah, per un totale di 585 km, 339 km di speciale con l’inizio della marathon e l’incontro con le prime dune. Terza tappa di 368 km (554 km in totale) fino a Al Qaisumah, un percorso più scorrevole tra sabbia iniziale e parte secondaria più tecnica, per poi procedere verso sud. Un totale di 707 km, 465 km di speciale (la più lunga di questa edizione) verso Riyadh incontrando percorsi, dune e rocce in prossimità dell’arrivo. Riecco una tappa in tondo, 563 km in totale e 348 km di speciale tra sezioni rocciose seguite da un lungo tratto tra le dune. Tappa 6 nuovamente in tondo: da Riyadh a Riyadh stavolta sono 421 km (635 km in totale), spostandosi a ovest tra le dune. Un altro tratto che può fare sensibilmente la differenza.

Pausa e seconda parte

Dopo sei tappe molto dure, ecco la giornata di riposo, per ricaricare le energie prima della seconda parte della Dakar 2022. Si riparte verso Al Dawadimi, un tratto di 700 km, 401 di speciale: una lunga prova tra le dune (100 km) ed un tratto più scorrevole. Seguono poi 394 km (828 km, il tratto totale più lungo) fino a Wadi Ad Dawasir: tantissima sabbia e tratti tortuosi attendono i ragazzi della Dakar. Cambia il paesaggio per la tappa 9 in tondo, 287 km di speciale su 490 km previsti in totale. Molta meno sabbia, ma percorsi tra le montagne che metteranno a dura prova le capacità di navigazione e la durata dei mezzi. Caratteristiche essenziali anche per i 757 km totali e 374 km di speciale ad alta velocità verso Bisha. Non mancheranno duelli tra le ultime dune per la penultima tappa, 345 km di speciale su 500 km in tondo prima del gran finale. La chiusura prevede 676 km in totale, di cui 163 km di speciale costeggiando il Mar Rosso e con Jeddah come punto d’arrivo. Non dimentichiamo infine una novità riguardo il valore di questa Dakar. L’edizione 2022 diventa infatti il punto di partenza di FIA e FIM World Rally Championships, il primo di cinque round in programma nel corso del prossimo anno solare.

Foto: A.S.O./dakar.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Danilo Petrucci KTM Dakar

Il consiglio di Danilo Petrucci: “Piloti MotoGP, provate la Dakar!”

Danilo Petrucci

Danilo Petrucci: “Figa la Dakar, posso andare in pensione sereno”

fantic picco dakar

Dakar 2022: Fantic e Franco Picco, che impresa per il binomio azzurro