Manopole moto

Manopole moto: quali scegliere e come, consigli utili sulla sostituzione

Manopole moto: quali scegliere e come, tra materiali e grip differenti. Consigli utili per la sostituzione e il montaggio.

25 febbraio 2020 - 14:58

Le manopole moto sono uno dei particolari più sottovalutati dal motociclista, ma sono il componente che ci consente di poter disporre della nostra moto. È proprio attraverso il manubrio o il semimanubrio che ricerchiamo il feeling con la nostra moto. Una sensazione che deriva dal corretto funzionamento o meno di più apparati, ma che maggiormente avvertiamo tramite le nostre mani.

È quindi importante dotare la nostra moto di manopole di qualità, privilegiando quelle dotate della destinazione d’uso corretta per l’utilizzo che andremo a fare della moto. Il diametro delle manopole è universale. Ma le migliori aziende del settore ne producono di materiali e grip differenti per alcune macrocategorie. Ad esempio racing strada, touring, offroad, trial e scooter.

La manopola moto è un componente da qualche decina di euro nei casi più costosi. È quindi semplice ed economico avere sempre questo componente nelle migliori condizioni d’uso.

SOSTITUZIONE E MONTAGGIO MANOPOLE

La sostituzione è molto semplice. In primis dobbiamo dotarci del prodotto, andando a scegliere la nostra manopola, optando per la versione chiusa se la nostra moto è priva di bilancieri. Aperta in caso contrario. In caso di presenza dei bilancieri, gli stessi vanno rimossi utilizzando una chiave a brugola.

Per estrarre le manopole la via più semplice è quella di aiutarsi con un compressore. Soffiando aria tra la manopola ed il manubrio e nel contempo estraendola, quella di sinistra sarà di estrazione più semplice. Quella di destra potrebbe essere fissata con un punto di colla e presentare problemi di estrazione. In questi casi aiutarsi con un taglierino è sempre buona cosa.

È bene ricordarsi di non usare MAI lubrificanti per aiutarsi nell’estrazione. Gli stessi rimarranno poi sul manubrio compromettendo il funzionamento del nuovo prodotto. Procedere poi alla sostituzione identificando prima la manopola sinistra da quella del gas.

Per montare le manopole è possibile bagnare le stesse con alcol etilico o semplicemente aiutarsi nuovamente con un po’ d’aria del compressore.  Nel caso si sia scelto di “bagnare il manubrio” è consigliabile attendere una decina di minuti che lo stesso si asciughi prima di ripartire.

La manopola nuova, scelta del tipo dotato del corretto materiale e zigrinatura per il nostro utilizzo, ci permetterà di percepire immediatamente una sensazione di maggior controllo del mezzo e dell’acceleratore.

Acceleratore che può venire controllato anche da una manopola particolare, dotata di “manopola cruise control” integrato, che permette di parzializzare l’acceleratore senza ricorrere alla presa della mano. Un prodotto ottimale per coloro che percorrono lunghi tratti di rettilineo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sanificazione moto

Fase-2, sanificazione ad ozono dell’abbigliamento moto

Officina moto

Fase 2 Coronavirus: cosa cambia per auto e moto dal 4 maggio

Circuito di Misano

Fase 2, allenamenti in moto: i piloti attendono comunicazione FMI