MotoGP, Lin Jarvis

MotoGP, Yamaha scarta Jonathan Rea: ipotesi Dovizioso o Gerloff

Yamaha al lavoro per pianificare la prossima stagione MotoGP. Dopo l'addio a Maverick Vinales si guarda al Mondiale Superbike. Ultima speranza per Andrea Dovizioso.

17 agosto 2021 - 10:32

L’addio di Valentino Rossi alla Petronas SRT e il divorzio forzato di Maverick Vinales lasciano un vuoto difficile da colmare nei due box Yamaha. Dopo cinque stagioni il pilota spagnolo lascerà il costruttore di Iwata per ripiegare in Aprilia. Il team factory si assicura Fabio Quartararo e Franco Morbidelli, ma la squadra di Razlan Razali deve trovare due sostituti nel giro di poco tempo. Oltre a pagare la separazione dal title sponsor Petronas.

Saltato l’affare Raul Fernandez che passerà in Tech3 dalla prossima stagione MotoGP, Darryn Binder resta la prima scelta. Ma occorre occupare la seconda sella della M1. E in casa Yamaha si continua a guardare alla Superbike. Nonostante il rinnovo di contratto Garret Gerloff resta uno dei papabili, considerando che ha già ricevuto un ‘infarinatura con la YZR-M1. Prima sostituendo Valentino Rossi a Valencia nel 2020, poi Franco Morbidelli ad Assen 2021. Ad oggi, il pilota americano è al sesto posto nella classifica del Campionato Mondiale Superbike. E il suo passaporto sarebbe ben gradito, sia al costruttore giapponese che alla Dorna.

Superbike o veterano della MotoGP

Lin Jarvis, amministratore delegato di Yamaha Factory Racing, lascia aperta questa ipotesi. “Ora dobbiamo decidere insieme al team Petronas quale sarà la migliore combinazione di piloti per la prossima stagione. Possono essere piloti MotoGP, piloti Moto2, piloti WSBK – ha detto a Speedweek.com -. Onestamente, siamo stati molto impegnati con questo problema per settimane e abbiamo discusso molto su quale sia l’opzione migliore per la squadra“. La certezza è che Jonathan Rea non rientra nei piani Yamaha. “Ha un futuro vincente in MotoGP? Ne dubito. Sarebbe illogico per lui cambiare il marchio che lo ha coperto di attenzioni per tanti anni“.

Ci sono poche settimane a disposizione prima di dover prendere una decisione. “Probabilmente prenderemo la nostra decisione dopo il GP di Silverstone a fine agosto“. Nella lista dei desideri continua a permanere il nome di Andrea Dovizioso. Per il forlivese sarebbe l’ultima chance di ritornare in MotoGP, anche se questa pista resta poco accreditata.

Per i tuoi massaggi Thai

2 commenti

FRA 1988
15:37, 17 agosto 2021

E Morbidelli dove lo mettiamo? Sarebbe clamoroso se Yamaha puntasse sull’inesperienza di Gerloff o il punto interrogativo di Dovizioso, assente da un anno.
Dovi ha fatto belle annate ma essersi defilato dai protagonisti gli toglie molte reali chance.

voiedegarag_15199617
13:16, 17 agosto 2021

Aspetta se ho capito bene: Gerloff ha un contratto anche per la stagione 2022 ma se Dorna vuole Yamaha GRT -che con l’americano lotta talvolta per le posizioni che contano- è pronta a tornare nel ventre molle del plotone con… l’altro pilota -come si chiama?- insomma quello di cui non si ricorda nessuno per l’ottima ragione che lo si vede poco spesso ai piani alti*.

Per fortuna che la fusione MotoGP/WSBK era stata benedetta dall’autorità europea della concorrenza, sennò il mondiale delle derivate di serie assomiglierebbe a un serbatoio di pezzi di ricambio per fare più bella la MotoGP!

Ma come fa uno sponsor a investire in WSBK se la serie è sottomessa a una politica che la condanna ad essere la “serie B” del motociclismo continentale? Come fa GRT a tenersi gli sponsor se il pilota di riferimento può lasciare la squadra non appena Dorna lo vuole?

* : #3 Kohta Nozane, per la cronaca

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Voglio il massimo, ma senza fare follie”

marc marquez motogp

MotoGP, Márquez in tandem con Bradl: “Così sono passato in Q2”

stefano nepa moto3

Moto3 UFFICIALE C’è Stefano Nepa per il Team MTA nel 2022