Valentino Rossi MotoGP Austria 2020

MotoGP, Valentino Rossi: “L’incidente sia da lezione per tutti”

Valentino Rossi e Maverick Vinales pronti per la quinta gara stagionale MotoGP. L'obiettivo è portare a casa un buon risultato e dimenticare l'incidente.

19 agosto 2020 - 12:54

Quinta tappa stagionale per la MotoGP che ritorna al Red Bull Ring. Valentino Rossi e Maverick Vinales, dopo lo scampato pericolo di domenica scorsa, riproveranno a portare a casa un buon risultato in ottica mondiale. Smaltita la paura è tempo di rimettersi al lavoro studiando i dati del week-end precedente e apportando una saggia strategia gomme. Saranno giorni decisivi anche per tentare di apportare le necessarie modifiche al motore, ma dalla MSMA sembra che non arriveranno buone notizie.

Valentino prova l’assalto al podio

Il Dottore ha chiuso al 5° posto il GP d’Austria dopo una gara tutta in rimonta e iniziata dalla 12esima piazza. Punti importanti che gli hanno permesso di ascendere di due posizioni in classifica piloti. Insieme al suo staff di tecnici e meccanici ha compiuto un ottimo lavoro sul setting della sua YZR-M1 e con i dati della scorsa settimana potrebbe migliorare ulteriormente la sua prestazione in territorio austriaco.

Restano vivide le immagini dell’incidente in curva 3, dove le moto di Morbidelli e Zarco gli sono volate a breve distanza. “La gara dello scorso fine settimana è stata spaventosa. Alla fine tutti i piloti stanno bene e questa è la cosa principale, ma serva da lezione per tutti noi, specialmente per i piloti. Ci divertiamo tutti in pista cercando di finire davanti, ci godiamo tutti le battaglie, ma alla fine la tua sicurezza, così come quella degli altri piloti, è più importante delle posizioni guadagnate“.

Vinales pensa alla classifica

Maverick Viñales ha accusato un problema ai freni sin dai primi giri di gara. Sul giro secco è stato formidabile, ma resta qualcosa da ricalibrare sul passo gara. ‘Top Gun’ è attualmente terzo in classifica di campionato MotoGP, a 19 punti dal leader Fabio Quartararo. Su una pista poco consona alle caratteristiche della M1 sarà fondamentale ottenere il miglior risultato possibile. “Valentino ed io siamo stati molto fortunati a non essere rimasti feriti nell’incidente alla curva 3. Ma sono deluso per quello che è successo in Gara 2. Per fortuna, domenica abbiamo un’altra opportunità per mostrare cosa possiamo fare. Se lavoreremo sodo, potremo recuperare alcuni punti in campionato questo fine settimana“.

1 commento

marcogurrier_911
19:47, 19 agosto 2020

Che barba che noia….giocassero a padel allora

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ramirez moto2 jerez

Moto2 Jerez: Marcos Ramírez chiude i test al top, esordio per Vietti e Arbolino

poncharal oliveira motogp

MotoGP, Poncharal a Oliveira: “Non credo a quello che hai fatto!”

sic58 moto3

Paolo Simoncelli, bilancio amaro: “Sottotono con prestazioni incolori”