MotoGP, Valentino Rossi a Silverstone

MotoGP, Valentino Rossi: “Aspetto Dovizioso. Morbidelli in blu? Più contento lui”

Valentino Rossi deluso per il 18° posto a Silverstone. Presto cambiamenti nel suo box: arriva Andrea Dovizioso e Franco Morbidelli approda nel team factory.

29 agosto 2021 - 20:35

Nei piani di Valentino Rossi c’era la possibilità di montare la hard al posteriore in questo week-end MotoGP a Silverstone. Le basse temperature dell’asfalto hanno costretto il veterano della Yamaha a optare per la mescola media, ma nella seconda parte di gara ha subito il solito crollo che si ripete ormai dal 2019. Scattato dalla terza fila è sprofondato al 18° posto con circa 30″ di ritardo dal compagno di marca Fabio Quartararo. Solo l’inesperto Jake Dixon gli è finito alle spalle, lasciando un profondo senso di delusione in un week-end che si preannunciava piuttosto entusiasmante.

Il GP di Silverstone poteva essere l’occasione giusta per rilanciarsi in questo finale di carriera. E invece ha incassato uno dei peggiori risultati. “Peccato, sono molto deluso. Volevo provare a ottenere un buon risultato qui. Perché mi piace la pista, l’atmosfera era buona, c’erano molti fan in pista. Ma soprattutto perché mi sentivo bene con la moto. Nel weekend sono sempre stato competitivo e volevo provare a entrare nella top ten“.

Problema al posteriore e strategie

La gomma posteriore ha reso tutto più difficile al campione MotoGP. “Purtroppo la mescola dura era impossibile, non l’avremmo portata a temperatura. Mi aspettavo che avremmo potuto avere qualche problema, ma non che sarebbe stato così grave“. Nei primi giri ha mantenuto il passo degli inseguitori gravitando tra settimo e nono posto. “Ma dopo cinque o sei giri la gomma posteriore ha avuto un calo incredibile. Sul fianco destro non avevo più grip, come se la gomma si fosse bruciata. Ho iniziato a perdere un secondo, o due o tre secondi al giro. Ho cercato di arrivare fino in fondo, ma sono stato davvero molto lento“.

Nelle qualifiche Valentino Rossi ha provato a sfruttare la scia di Pecco Bagnaia. Non è la prima volta che il 42enne si affida al giovane allievo per guadagnare qualche decimo sul giro. “Ognuno fa le sue strategie e sicuramente avere uno davanti è più facile. Ieri pomeriggio ho girato sempre da solo. Poi noi sul rettilineo siamo i più lenti, quindi avere qualcuno davanti aiuta sul giro. Guardare Pecco guidare è sempre un bello spettacolo“. A partire da Misano nell’altro angolo del box ci sarà un nuovo compagno di squadra: Andrea Dovizioso. Oggi Lin Jarvis ha ufficialmente confermato l’accordo. “Sono contento che arriva Dovi, abbiamo un buon rapporto, è un pilota con tanto esperienza, quindi lo aspetto. Morbidelli in blu? E’ più contento lui”.

GP San Marino e Riviera Rimini Biglietti qui

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mir motogp misano test

MotoGP, Suzuki sul motore 2022: “Non una rivoluzione, uno sviluppo”

marc marquez motogp

MotoGP: Marc Márquez, primo contatto con la nuova Honda RC-V

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

Test MotoGP, Valentino Rossi cambia programma. ‘Dovi’ più aggressivo