23 Gennaio 2023

MotoGP, Pecco Bagnaia numero #1: “Non tutti possono metterlo”

Pecco Bagnaia scopre le carte per la stagione MotoGP '23: numero #1 sulla Ducati GP23 e l'obiettivo di ripetere la grande impresa.

MotoGP, Pecco Bagnaia

L’attesa è finita e Ducati scopre le carte per la stagione MotoGP ’23, almeno dal punto di vista grafico. C’era grande attesa per la scelta del numero da parte di Pecco Bagnaia e, dopo lo spoiler dei giorni scorsi, ha confermato il numero 1. Non accadeva dai tempi di Casey Stoner, un fascino che da anni è rimasto assopito dalle logiche di marketing e scaramanzia. “E’ da molto che non si vede l’1, ho sempre ammirato chi l’ha usato. L’1 rappresenta chi sei, era giusto omaggiare l’anno scorso. Il 63 sarà sempre presente (sul casco, ndr), ma spero di rivederlo più tardi possibile“.

Bagnaia campione in carica MotoGP

Vincere non è stato facile, Pecco Bagnaia ha dovuto inizialmente fare i conti con una Desmosedici non ancora smussata nei primi weekend di gara. Poi si sono aggiunti alcuni errori personali, ma da Assen ha iniziato un’irrefrenabile risalita, arrivando a colmare i 91 punti di distanza da Fabio Quartararo. Un’impresa storica che racchiude l’impeccabile lavoro di un intero gruppo di tecnici e meccanici, in pista e in azienda. Il compito più difficile è ripetersi, le statistiche raccontano che il bis ravvicinato non è impresa da tutti. Eppure c’è grande ottimismo dopo gli ultimi sviluppi tecnici della Rossa emiliana che ha dimostrato di scavare un bel gap ingegneristico dalle rivali. In attesa di vedere gli ulteriori sviluppi nella preseason in Malesia e Portogallo.

La pausa invernale è stata più breve del solito, costellata di eventi celebrativi per la conquista del Mondiale MotoGP. Solo a cavallo del nuovo anno ha fatto tappa a Dubai e alle Maldive insieme all’inseparabile promessa sposa Domizia Castagnini. “Ora sono carico e desideroso di iniziare la stagione“, ha aggiunto Pecco Bagnaia. “È bellissimo vedere la numero 1 in moto. Il mio obiettivo adesso è fare di tutto per tenerlo. Non sarà facile perché mi aspetto una competizione ancora più dura rispetto allo scorso anno, con tanti rivali pronti a lottare per il titolo: ma sono consapevole di avere la miglior moto e il miglior team per riuscirci“. Per il pilota torinese sarebbe davvero una bella favola: la conquista del secondo mondiale in Top Class e il matrimonio…

Pecco e Ducati sognano il bis

Lo spoiler sul sito ufficiale della Ducati di due giorni fa è stato confermato, sulla livrea del campione campeggerà il numero 1. “Alla fine mi sono convinto pensando che era giusto rendere omaggio allo scorso anno. E’ qualcosa che non tutti possono mettere, averlo è fantastico, quando l’ho visto sulla moto mi è piaciuto immediatamente… Perdi un po’ di identità, ma sono certo che la gente saprà sempre che 63 è il mio numero“. Poco o nulla è cambiato dall’ultimo GP di Valencia dello scorso 6 novembre ad oggi. “Mentalmente è cambiato che spesso penso di essere stato il più forte di tutti. La riconoscenza e l’ammirazione che ho riscontrato mi fa tanto piacere. Siamo riusciti in un’impresa che non capitava da tanti anni all’Italia e alla Ducati“. C’è la voglia di ripetersi e scrivere una nuova impresa: “Solo Valentino e Marquez sono riusciti a riconfermarsi, e Jonathan Rea (in Superbike, ndr). Non farò mai l’errore di essere già campione del mondo, ma l’ambizione è di fare ancora meglio – ha concluso il campione MotoGP -. Stiamo lavorando al 100 percento per riuscirci“.

Foto: Ducati Corse

Lascia un commento