MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Massimo Rivola: “VR46-Aprilia? Non siamo ancora pronti”

Massimo Rivola esclude un possibile accordo con la VR46 di Valentino Rossi. Aprilia vicina alla partnership con Gresini Racing per la prossima stagione MotoGP.

30 aprile 2021 - 11:18

Nel paddock della MotoGP a Jerez sono ore di trattative anche per i team satelliti alla ricerca di un costruttore. Il connubio tra la VR46 di Valentino Rossi e Aramco porta il club di Tavullia ad un ruolo di protagonista. Il gruppo petrolifero arabo spodesta persino il gruppo malese Petronas, fino ad oggi un gruppo molto ambito per la sua forza finanziaria. Tant’è che anche Yamaha sta pensando ad un accordo con Aramco VR46, mettendo in discussione il rinnovo con la squadra di Razlan Razali.

Il team satellite Aprilia

Non c’è ancora nulla di ufficiale, Valentino Rossi ha detto che i dialoghi sono aperti a 360 gradi. Ma Aprilia si chiama quasi fuori dalla trattativa. Del resto già Aleix Espargarò aveva avanzato l’ipotesi di partnership con Gresini nel giovedì di conferenza stampa. “Sarebbe una bella storia continuare con Gresini – sottolinea Massimo Rivola -. Ma vorrei innanzitutto sottolineare l’impegno che ha preso Aprilia Racing e del Gruppo Piaggio. E’ un segnale di fiducia del nostro lavoro molto importante per cinque anni. Avere un team satellite sarebbe importante, avere quattro moto e quattro piloti dà uno scenario diverso. Fra tre o quattro settimane avremo una risposta“.

Sembra quasi trovato l’accordo con la famiglia Gresini, molto difficile trovare un’alleanza con la nuova squadra di Valentino Rossi. Gli scenari futuri della MotoGP sembrano delinearsi giorno dopo giorno… “La VR46 ha un budget importante per i prossimi cinque anni, penso che possa scegliere la moto più veloce sul mercato e noi non lo siamo ancora. Noi ci arriveremo – aggiunge Massimo Rivola –, ma è ancora un po’ presto per quelli che sono i nostri passi di crescita. Per essere realistici è ancora presto per noi“.

L’inizio a Jerez

L’attenzione è puntata sul week-end di gara, con Aleix Espargarò che piazza subito un buon crono nelle FP1. Ma nel box di Noale preferiscono andarci piano con i pronostici. Qui a Jerez la RS-GP ha provato anche con Andrea Dovizioso qualche settimana fa, anche se i suoi feedback non saranno decisivi in ottica Gran Premio. “Dovi non ha spinto al 100% non è ancora in sella per bene, cosa che speriamo di fare al Mugello. Non c’è molto della mano del Dovi per questo week-end. E’ presto per fare proclami, Aleix spinge sempre tanto nelle FP1, sicuramente la moto è nata bene e non dobbiamo perdere la strada“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Paolo Ciabatti e Jack Miller

MotoGP, Ducati: al Mugello è tempo di annunci. VR46 resta un’incognita

filip salac moto3

Moto3: Filip Salac, finalmente il podio! “Momento atteso per anni”

Oliveira KTM MotoGP

MotoGP, Miguel Oliveira: “I risultati non rispecchiano il nostro potenziale”