MotoGP, Marc Marquez e Pol Espargaro

MotoGP, Marc Marquez: Portimao prova di forza e resistenza

La MotoGP ritroverà il suo 'matador' Marc Marquez a Portimao. Secondo gli esperti sarà una gara per testare forza e resistenza in sella alla Honda RC-V.

11 aprile 2021 - 8:13

Mai nessun pilota al mondo ha subito uno stop di nove mesi. Marc Marquez giovedì tornerà a varcare i tornello del paddock MotoGP. Insieme a Iker Lecuona e Jack Miller, operati per sindrome compartimentale, dovrà ricevere il fit dal medico del circuito. Venerdì ritornerà finalmente in sella alla sua Honda RC213V a distanza di 9 mesi esatti dal terribile infortunio di Jerez. Per molti necessiterà di qualche gara prima di riprendere il ritmo, per altrettanti sarà subito competitivo. Comunque vada lo show della Top Class ritrova il suo protagonista principale.

Sarà un campione in più che si aggiunge alla lunga lista della MotoGP, sarà un bel problema“, ha commentato Franco Morbidelli. In una stagione fortemente incerta e ravvicinata, i 40 punti del leader provvisorio possono colmarsi facilmente. Se il Cabroncito sarà quello visto meno di un anno fa a Jerez, capace di girare quasi 1″ più veloce degli avversari (prima dell’incidente al 22° giro, allora prepariamoci ad un altro miracolo ‘made in Cervera’. In che condizioni ritornerà Marc Marquez? “A 4 mesi dall’operazione do per scontato che sia guarito, con la formazione di un callo osseo che ormai dovrebbe essere meccanicamente valido a livello di torsioni. Resta da valutare la reattività dal punto di vista muscolare, della forza e resistenza“, spiega il prof. Giuseppe Porcellini a ‘La Gazzetta dello Sport’.

Il nervo radiale non ha subito danni e questo ha permesso al pluricampione MotoGP di non dover prolungare ulteriormente i tempi di attesa. Psicologicamente sembra ok, visto il ritmo sfoggiato nel test personale a Portimao con la RC213V-S. Marc è in modalità gara già prima del Qatar, aspettava solo il via libera dei medici. Sarà la ciliegina sulla torta di uno spettacolo ancor più emozionante, indipendentemente dal fatto che non sia amato da una schiera di tifosi. “Se io fossi in lui, però, prenderei questa prima gara con molta pazienza, come un allenamento. Anche se per lui sarebbe un sacrificio enorme“, dichiara Giacomo Agostini “Tornerà forte come prima: è questione di tempo, una, due gare, poi rivedremo il solito Marc“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Makiland
12:02, 11 aprile 2021

MM … SPACCANAPOLI !
Chissà se ci stupirà o deluderà … In ogni caso è il rientro più atteso nella storia del Motociclismo … comunque vada sarà un successo !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Marc Marquez troppo fiducioso”

tommaso marcon moto2

Moto2: Tommaso Marcon operato, arm pump risolto per il Mugello

MotoGP, Valentino Rossi GP Le Mans 2021

MotoGP, Valentino Rossi: addio o rinnovo? Summit estivo con Yamaha