MotoGP, Valentino Rossi al Ranch

MotoGP, Lorenzo sr.: “Valentino Rossi competitivo fino al declino fisico”

Chicho Lorenzo passa in rassegna i quattro piloti della Yamaha MotoGP. E su Valentino Rossi: "Prima era il capo, ora sarà Maverick Vinales".

27 febbraio 2021 - 22:16

La prossima stagione MotoGP sarà decisiva per la casa di Iwata, che dovrà provare a dare una svolta per dare l’assalto al titolo. Cambia la line-up del team factory e di quello satellite, con lo scambio di selle fra Valentino Rossi e Maverick Vinales. In attesa di conoscere i nuovi equilibri sarà Maverick Vinales a recitare il ruolo di pilota di punta. Nel suo appuntamento settimanale sul canale YouTube “Motogepeando”, Chicho Lorenzo passa in rassegna i quattro piloti Yamaha.

Il pessimismo di Chicho

I risultati dipenderanno in buona parte dall’evoluzione tecnica della M1. “Alla massima velocità sono sempre i più lenti, ma hanno altre qualità che compensano. In una gara vince un pilota Yamaha, in un’altra vince un altro pilota Yamaha. Forse il problema che hanno è quello della regolarità“. Il papà di Jorge Lorenzo non sembra ottimista sul lavoro svolto dal costruttore giapponese. “In Yamaha vedo tutto perso e loro vivranno più dai fallimenti degli altri che dai loro successi  Finché non c’è rinnovo all’interno della squadra e non si ritirano e non assumono qualcuno di nuovo, continueranno così“.

Maverick Vinales ha dato prova del suo talento in qualche occasione, ma è mancata la costanza. Impeccabile sul giro secco, sul ritmo gara manca qualcosa. “Dice sempre che è molto bravo, molto motivato e poi se sta cercando soluzioni deve avere qualcuno da consultare e forse qualcuno gli sta dicendo di mettere i piedi per terra…“. Fabio Quartararo ha vinto tre GP nella scorsa stagione MotoGP, ma Chicho Lorenzo non lo considera abbastanza maturo per puntare al Mondiale. “Mi sembra che avrà bisogno di un miracolo. Dice che lavora con psicologi, parla di problemi mentali. Quando le persone parlano di un argomento è perché gli danno importanza, perché sanno che questo è il loro problema… Difficile trovare che ti capisca. Dovrebbe essere quasi un pilota che ha avuto problemi psicologici e ha studiato questo“.

Il duo satellite Morbidelli-Rossi

Franco Morbidelli ha sfiorato il titolo iridato nel 2020, sembra colui che parte con i favori del pronostico. “L’anno scorso è stato fantastico. Era il brutto anatroccolo dei quattro piloti e alla fine secondo nel Mondiale con tre vittorie. Ha bisogno di trovare un modo per essere più regolare e l’atteggiamento di Aragon lo ha sempre. Avere Rossi nella stessa squadra sarà positivo“.

Infine il veterano Valentino Rossi che, dall’alto dei suoi nove titoli, vestirà i colori del team satellite, per la prima volta nella sua carriera in MotoGP. “Dopo tanti anni in cui è stato il capo, che aveva così tanto potere, ora che è un satellite influenzerà. Non ci saranno solo cambi di moto, box e altro, anche di ospitalità, perché devi andare alla Petronas. Ora la posizione di Valentino è stata presa da Maverick e questo è molto simbolico. Valentino Rossi ha la possibilità di scegliere. Continuerà ad essere competitivo a meno che non abbia un tremendo declino fisico, il che accadrà. Finché avrà la volontà e la motivazione – conclude Chicho Lorenzo -, potrà avere opportunità che si presentano sempre nelle gare“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Makiland
12:18, 28 febbraio 2021

Come osa CL ? SOLO IL LIVORE può causare reazioni tanto scomposte quanto OFFENSIVE …
I Lorenzo NON HANNO IL DIRITTO D’INSULTO agli avversari … Si vergognino e spariscano !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Aleix Espargarò su Pecco Bagnaia: “Le regole sono regole”

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Brutti tempi per Valentino Rossi”

motogp suzuki

MotoGP: Suzuki-Dorna, c’è l’accordo fino alla stagione 2026