jake dixon moto2

Moto2: Jake Dixon ed il rischio (scongiurato) del ritiro anticipato

Jake Dixon ancora alle prese con la lesione al polso che poteva costargli la carriera. Sta recuperando, anche se manca ancora parecchio per tornare al top.

27 febbraio 2021 - 21:34

L’incubo di ogni pilota è incappare in un infortunio tale da dover porre fine alla carriera. Nella storia del Motomondiale ci sono vari esempi, ma ha rischiato di unirsi alla lista anche Jake Dixon. Lo ricordiamo, nel corso delle seconde libere del GP d’Europa ha riportato la frattura di un polso. Un infortunio però che si è rivelato molto più complesso del previsto… Ma fortunatamente questo pericolo sembra scongiurato e l’alfiere Petronas sta lavorando duramente per rimettersi per una nuova stagione Moto2.

“Lo sentono tutti per la prima volta, anche i membri della squadra.” Così Jake Dixon si era raccontato a MotoGP Chats, rivelando poi nello specifico quanto gli era stato detto dai dottori che hanno avuto sotto controllo la sua lesione. “Non avevo idea del problema finché non sono venuti da me, spiegandomela e dicendomi che la possibilità di tornare a correre dipendeva dal successo dell’intervento.” Una vera doccia fredda per il 25enne britannico, che in realtà non aveva riportato una ‘semplice’ frattura. “Mi ero rotto il polso in tre punti, l’avevo slogato e si erano strappati tutti i legamenti.”

Fortunatamente l’operazione è andata perfettamente ed il rischio di ritiro anticipato è scongiurato. Anche se l’inizio di stagione sarà piuttosto difficoltoso, anzi è ancora in dubbio. Ma nella giornata odierna intanto è tornato in sella ad una moto. “Non sono ancora vicino alla giusta condizione” aveva ammesso il britannico. “È stato molto difficile, ma non posso biasimare nessuno se non me stesso, è stato un mio errore.” La determinazione non manca, Jake Dixon sta lavorando molto, anche seguendo “una noiosa routine” da mesi pur di farsi trovare pronto al via. Ai test in Qatar manca davvero poco, vedremo in che condizioni ci arriverà il britannico.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Mia madre mi ha rimproverato, l’ho fatta piangere”

MotoGP, Sandro Garbo celebra Rossi in fumetto “Il mio Vale regala sorrisi”

brad binder motogp

MotoGP, Brad Binder miglior KTM: “Quasi con il gruppo del podio”