MotoGP, Fabio Quartararo e Johann Zarco

MotoGP, Lorenzo sr. contro Ducati e Suzuki: “Un brutto gesto”

Chicho Lorenzo commenta l'ultimo round di MotoGP in Catalunya. Sulla vicenda di Fabio Quartararo osserva: "Brutto gesto andare a protestare",

12 giugno 2021 - 11:04

L’ultima gara MotoGP in Catalunya ha lasciato sul tavolo molti argomenti da trattare. Prima vittoria stagionale per KTM e Miguel Oliveira, cambio ai box di Maverick Vinales, la penalizzazione inflitta a Fabio Quartararo. Ad analizzare i vari punti si è cimentato anche Chicho Lorenzo dal suo canale YouTube ‘Motogepeando’. E non rivolge parole al miele nei confronti del pilota di Roses… “Se la Yamaha ha investito così tanto ed è così desiderosa di far funzionare quell’investimento, non cambierà le gomme, non imbroglierà la moto. Dimentica le storie”.

Da incorniciare la vittoria di carattere del portoghese Oliveira, forte di una KTM RC16 rinnovata con il telaio 2021 inaugurato in gara al Mugello e di un nuovo fornitore di carburante. “Quello che mi ha colpito di più della gara è stato che quando Quartararo l’ha superato, ha preso le distanze da lui. Ma è rimasto lì finché non lo ha preso, superato e se ne è andato. Non c’è niente che ti schiaccia di più che, quando sei in testa, scappi e vieni catturato, a livello psicologico è distruttivo… In pochissime gare succede questo“, sottolinea Chicho Lorenzo.

Fabio Quartararo resta leader del Mondiale e al centro delle discussioni all’interno del paddock MotoGP. Per il francese doppia penalizzazione, la prima per aver tagliato la chicane, la seconda per la vicenda della tuta. “L’unica spiegazione che posso trovare per lui è che si sia aperta la zip. Perché si vede quando il protettore viene rimosso. Bisogna capire… ‘Perché ti togli il paracostole?“. Al di là della sanzione critica l’atteggiamento di Ducati e Suzuki che sono corse a protestare in Race Direction… “Mi sembra un brutto gesto“.

Per quanto concerne le gare di Moto3 sempre più ravvicinate, e pericolose, il papà di Jorge Lorenzo pone un interessante quesito. “Non mi piace la categoria. Non la vedo giusta. Forse di fronte alle lotte di gruppo impari a combattere, a svegliarti, a prendere forza da una lotta di gruppo, questa è l’unica cosa. Vai alle gare della Moto2 e vedi cosa succede. C’è anche molta uguaglianza e questo non accade. È un mistero che non riesco a capire bene”.

2 commenti

conterap_14962720
13:06, 12 giugno 2021

Questo signore conferma di non comprendere nulla della pericolosità di certi atteggiamenti, non sanzionati, in questo caso, con la bandiera nera, come in effetti andava fatto. Chiedere spiegazioni era sacrosanto e così è stato fatto, mettendo in evidenza la pavidità di F. Spencer e della Dorna. Inqualificabili e dannosi!! Così come è dannoso mister Lorenzo senior!

    corsedimot_15035767
    7:27, 13 giugno 2021

    Signore?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: una sola speranza per il ritorno

MotoGP, Zeelenberg-Razali-Stigefelt

MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli “rimandati” al II semestre

Superbike, Jonathan Rea ad Assen

Superbike, Jonathan Rea apre al sogno MotoGP: “Mai dire mai”