1 Maggio 2024

Matteo Ferrari, primo punto Moto2 “Ora motivati per la MotoE”

Matteo Ferrari archivia il suo secondo GP nel Mondiale Moto2, tra qualche difficoltà ed il primo punto iridato. Il suo commento.

ferrari-moto2-jerez-wild-card

A Jerez è arrivata la prima zona punti. Matteo Ferrari, stavolta in azione col #23, in ricordo di Fausto Gresini, chiude così la sua seconda esperienza in Moto2. Un weekend non senza problemi, incluso anche un forte incidente sabato fortunatamente senza conseguenze. Il terzo pilota QJMOTOR Gresini Racing in non nasconde qualche rimpianto, ma preferisce concentrarsi sugli aspetti positivi, su tutto il 15° posto al traguardo nel GP di Spagna, valso il primo punto iridato nella categoria.

Una spinta motivazionale anche per i prossimi appuntamenti MotoE, a partire da Le Mans tra poco più di una settimana. “È stata sicuramente una bella esperienza” ha raccontato Matteo Ferrari a Corsedimoto. “Avevamo fatto due giorni di test secondo me andati molto, molto bene, quindi ci aspettavamo qualcosina in più. Ma chiaramente, come sempre quando si fanno le wild card, ci possono essere delle difficoltà perché non si fa tutto il campionato.”

Sfida Moto2 tra novità e maltempo

Il pilota Gresini spiega poi com’è andato il weekend al Circuito de Jerez-Angel Nieto. “Venerdì abbiamo scoperto un po’ di cose nuove, soprattutto perché il motore ha un’erogazione completamente diversa. Abbiamo quindi dovuto lavorare molto sul freno motore, sulla progressione del gas, e abbiamo perso un po’ di tempo. Rispetto alla nostra base dei test abbiamo dovuto cambiare molto.” Il maltempo di sabato poi non ha dato una mano. Anzi, come detto, Ferrari è anche incappato in un brutto incidente. “Fortunatamente non mi sono fatto niente” ha rassicurato il pilota del team Gresini. “Fondamentalmente però dopo c’è stato solo un quarto d’ora di qualifica e partivamo un po’ indietro.”

“Il target era la zona punti”

La sua seconda gara Moto2, la prima del 2024, è iniziata quindi dalla 26^ casella in griglia. “Sabato abbiamo lavorato fino a tardi per cercare di trovare una soluzione” ha spiegato Ferrari. “Sicuramente non era la base perfetta al 100%, ma abbiamo fatto un passettino in avanti.” Scatta poi il Gran Premio di Spagna. “Nei primi giri ho cercato di capire la moto e di non fare errori, comunque c’erano ancora delle chiazze bagnate che sono state molto dolorose per alcuni piloti. Da metà gara sono riuscito ad andare un po’ meglio. Chiaramente il nostro target era la zona punti, dopo aver evitato una moto e un po’ di cadute siamo arrivati quindicesimi, di questo sono molto contento.”

Motivazione per la MotoE

Matteo Ferrari si prende così il suo primo punto nel Mondiale Moto2. C’è però un pizzico di rammarico. “Sapendo il nostro passo dei test, potevamo lottare per la 9^-10^ posizione, sicuramente un gran risultato come wild card” ha spiegato. “Ma portiamo a casa questa esperienza, ci servirà anche per il futuro, per la MotoE.” Tra circa una settimana infatti finisce la pausa e si torna in azione in Francia. “È stato un bellissimo allenamento, voglio ringraziare tutta la squadra, Nadia, Luca e tutti per questa opportunità sempre nel Mondiale. Portiamo a casa questo punto ed arriviamo motivati a Le Mans.”

Foto: Team Moto2 QJMOTOR Gresini Racing

Lascia un commento