MotoGP, Andrea Dovizioso e Pol Espargaro

MotoGP, Honda pensa al tridente Dovizioso, Marquez ed Espargarò

Honda pensa al tridente nella stagione MotoGP 2021. Possibile il progetto di un terza moto per Andrea Dovizioso al fianco di Marc Marquez e Pol Espargarò.

22 dicembre 2020 - 13:33

Andrea Dovizioso ha lasciato la Ducati dopo otto anni insieme. L’ultima stagione MotoGP si è rivelata deludente, con un podio a Jerez e una vittoria in Austria. 4° posto finale per il forlivese che ufficialmente si prenderà un anno sabbatico nel 2021. Ma c’è fermento dietro le quinte per riportarlo in pista. Impossibile dimenticare quanto fatto dal Dovi in sella alla Rossa, con 40 podi e 14 vittorie. “Dico sempre che la gente dimentica velocemente il passato. Non credo che nessuno si sarebbe aspettato che facessimo così tanto bene con la Ducati. Onestamente nemmeno noi, se si considera da dove siamo partiti e quanto eravamo lontani“.

Il rammarico del Dovi

Dal 2017 al 2019 ha lottato per il titolo MotoGP, nonostante dovesse fare i conti con un pacchetto coriaceo come quello formato da Honda e Marc Marquez. Nel 2020 Andrea Dovizioso si è trovato spiazzato dalla nuova carcassa Michelin, che ha mandato in tilt i vecchi riferimenti a disposizione. Ma il dado era ormai tratto, il feeling con i vertici aziendali si è inclinato già nel campionato precedente. “Ogni decisione ha pro e contro“. Avrebbe voluto adottare una metodologia di lavoro differente e non gli è stato possibile. “Più che parlare di cose tecniche, mi sarebbe piaciuto cambiare certe altre cose che secondo me avrebbero potuto influenzare molti aspetti. Perché credo che ci siano molte persone competenti in Ducati. Per questo avresti potuto fare altre cose, non meglio o peggio, in modo diverso. Mi dispiace di non essere stato in grado di riuscirci“.

Honda prepara il tridente

Andrea Dovizioso ha rifiutato l’offerta Aprilia perché poco convincente ai fini iridati. Ha respinto anche la possibilità di diventare collaudatore Yamaha, preferendo cercare nuovi stimoli nel motocross. Ma sarà difficile respingere l’eventuale offerta della Repsol Honda. Il colosso nipponico ha in mente di schierare tre moto in griglia, dal momento che Marc Marquez quasi certamente non sarà ai nastri di partenza in Qatar e potrebbe tornare a Mondiale in corso. Carmelo Ezpeleta ha in parte rigettato l’ipotesi dei tre prototipi per il team di Alberto Puig. Però HRC ha le carte in regola per coprire finanziariamente il progetto. E per la Dorna sarebbe un’offerta da non rifiutare e che darebbe manforte allo show della MotoGP, soprattutto in tempi di emergenza Covid… D’altronde Ezpeleta si è detto contrariato nel vedere fuori dai giochi il Dovi. E se 1+1 fa 2… Ci sarà tempo fino al primo test MotoGP in programma a febbraio.

Foto: Getty Images

2 commenti

fzanellat_12215005
13:51, 22 dicembre 2020

La Honda potrebbe farlo ma non è detto che Dovi sia mentalmente pronto ad una nuova sfida.
Gli anni in Ducati lo hanno sfiancato e non sarebbe
da meno in Honda.

    Max75BA
    14:45, 22 dicembre 2020

    Chiudere la carriera in Honda ( la casa con cui ha vinto il suo unico titolo e il suo primo gp nella classe regina ), con la moto di M.M. lo gaserebbe moltissimo…spero che si concretizzi questo sodalizio

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, disastro Marc Marquez: Honda cercherà i colpevoli?

biaggi 250cc aprilia - motomondiale

MotoGP, la storia: Aprilia e gli anni gloriosi in 125cc/250cc

marcon moto2

Moto2, Tommaso Marcon: “È il Mondiale, partiamo con molta umiltà”