MotoGP, Pol Espargaro a Losail

MotoGP, Honda in apnea senza Marc Marquez: problemi con l’holeshot

Honda in difficoltà nella prima giornata di prove MotoGP a Losail. Senza Marc Marquez il podio è lontano. Problemi anche con il sistema holeshot.

27 marzo 2021 - 12:33

Inizia in sordina la stagione MotoGP per il team HRC. Problemi inattesi hanno contrassegnato la prima giornata di prove libere  rispetto ai test IRTA, a cominciare dalla mancanza di grip al posteriore. Stefan Bradl, nella doppia versione di collaudatore e pilota, è forse colui che meglio conosce la Honda RC213V. Ha portato avanti un lungo sviluppo, sia nel campionato 2020 come sostituto di Marc Marquez, sia nella pausa invernale.

Nella classifica combinata FP1/FP2 il tedesco è solo 18°. “Di giorno faceva più caldo che durante il test e la sera l’umidità era più alta. Non è la pista migliore per la Honda. Lo sappiamo da molto tempo. Devi guidare in modo molto preciso su questa pista e rimanere sulla traiettoria ideale. Ecco perché la Yamaha sembra essere forte qui, ma anche la Ducati“. 14° Takaaki Nakagami che, per la prima volta nella sua militanza in MotoGP, può contare su una moto ufficiale. A monte dell’opaca prestazione le solite difficoltà con l’avantreno del prototipo Honda. “Non sono contento del feeling che ho con l’anteriore e non abbiamo trovato una soluzione durante la giornata. Il bello dei nostri problemi è che sappiamo già dove dobbiamo migliorare. Cercheremo di essere ottimisti“.

Il nuovo holeshot

A trainare la carovana priva di Marc Marquez ci pensano Alex Marquez e il neo arrivato Pol Espargarò, rispettivamente 12° e 10°. La decisione più difficile è sulla giusta strategia gomme. All’anteriore sarà soft, al posteriore si oscilla tra morbida e media. Entrambi hanno lavorato sul nuovo sistema holeshot, dispositivo già provato nella scorsa stagione MotoGP. Ma ancora non ha dato i risultati attesi. “Ci sono punti dove posso usarlo, dipende da come lo uso, non è un dispositivo facile da usare per chiunque. Ci sono curve in cui può essere utilizzato – spiega Pol Espargarò – e altre no. Perché non posso attivarlo a causa della posizione in cui mi trovo. Questi sistemi sono diversi da quelli che ho usato in precedenza, mi sto adattando. Sono cose che devo migliorare“.

Anche Alex Marquez non è al meglio con l’holeshot di ispirazione Ducati. “Dobbiamo migliorarlo, abbiamo guadagnato, ma poi perdiamo in frenata. Non lo usiamo molto, ma è nella lista HRC. Quasi tutti hanno entrambi i sistemi ed è fondamentale. Se tutte le moto lo usano ci sarà un motivo. Le uscite stanno andando abbastanza bene. Abbassare il baricentro verso il basso aiuta sempre un po’“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Tecnica Yamaha M1 Quartararo

MotoGP, la tecnica: Quartararo e la M1, dettagli di una Yamaha mondiale

marquez espargaro honda motogp

MotoGP: Márquez-Espargaró, quella doppietta Honda attesa dal 2017

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi spiazza la conferenza: “C’è una ragazza nuda dietro di te”