alex marquez motogp

MotoGP, Alex Márquez: “Michelin voleva cambiare gomme, ma KTM…”

Alex Márquez per nulla soddisfatto della gara a Barcellona. Sperava di ripetere la top ten di Misano, ma "Abbiamo sbagliato mescola anteriore. Si impara anche da questo."

28 settembre 2020 - 18:45

Non si è chiuso nel modo migliore il GP di Catalunya per Alex Márquez. Il rookie MotoGP puntava alla top ten, ma non è riuscito a raggiungerla ed anzi ha fatto fatica in gara. Il motivo? La scelta della gomma anteriore: lui, Binder, gli Espargaró, Oliveira sono gli unici ad aver optato per la mescola media, mentre tutti gli altri hanno scelto la soft. Come i colleghi appena citati, anche lui ha accusato parecchie difficoltà in gara e non si è mostrato per nulla soddisfatto del rendimento del pneumatico.

Un peccato, visto che puntava a ripetere la top ten di Misano e su uno dei suoi tracciati preferiti. “Ho sempre ottenuto bei risultati, chiaramente non sono soddisfatto” ha dichiarato l’iridato Moto2 in carica a gara conclusa. Punta poi il dito contro la gomma, appunto la media a differenza della maggior parte della griglia MotoGP. “Ho sbagliato mescola anteriore” ha sottolineato l’esordiente del Repsol Honda Team, aggiungendo che “Ci ho lottato letteralmente per tutta la gara.”

Parla poi più in generale. “Avevamo la stessa scelta che era stata fatta per l’estate. Michelin a Spielberg voleva cambiare, ma i piloti KTM non erano d’accordo, quindi tutto è rimasto com’era. Non era però l’ideale per queste condizioni…” Cerca però di vedere il lato positivo. “Si impara anche da queste cose, per Le Mans avremo le idee più chiare.” Anche se non riesce a nascondere il rammarico per il risultato finale. “Speravo di essere ben più vicino al gruppo davanti, non di chiudere circa 17 secondi di ritardo…”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

alex marquez motogp

Spy MotoGP: Un nuovo telaio per i piloti Honda ad Aragón

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao