MotoGP, Johann Zarco a Jerez

Johann Zarco: “Valentino Rossi più influente di Giacomo Agostini”

Johann Zarco ritorna sulle critiche ricevute da Valentino Rossi dopo l'incidente nella gara MotoGP in Austria. "Ringrazio Giacomo Agostini per il sostegno".

2 settembre 2020 - 15:57

A Misano Johann Zarco proverà ad archiviare definitivamente quanto successo a Brno e in Austria a suon’ di risultati. Le dichiarazioni di Valentino Rossi, in seguito allo scampato pericolo in curva 3, hanno avuto una certa eco all’interno del paddock. La vicenda si è conclusa (quasi) definitivamente con la sanzione ai danni del francese, costretto a partire dalla pit-lane come imposto dalla Direzione di Gara con un certo ritardo.

Le parole del Dottore

Per il francese della MotoGP sono stati giorni difficili dal punto di vista psicologico, ritenendo che la penalizzazione fosse ingiusta e dettata dalle pressioni del campione di Tavullia. Dal canto suo ha sempre avuto pieno appoggio dal team Avintia e dall’intero ambiente Ducati. Al suo fianco si è schierato anche Giacomo Agostini sulle colonne de ‘La Gazzetta dello Sport’. “Le sue dichiarazioni sui giornali sono state importanti, almeno per l’Italia. Perché Valentino Rossi ha molto peso in Italia, ma Agostini ha molto rispetto. Questo ci ha permesso di avere un punto di vista molto più neutrale. Le sue parole possono avere meno peso di quelle di Valentino Rossi o di molti punti di vista in Italia, ma è ancora una figura importante nel motociclismo“.

Sui social Johann Zarco è stato al centro di tante polemiche, ma ha preferito non guardare.  “Sono stato in macchina per cinque ore e mezza, da quando mi sono operato in Italia, anche se non viaggiavo da solo. Non ho nemmeno guardato sui social media. Ho scritto un solo post dicendo che la mia operazione è andata bene“.

Pronto il rinnovo con Ducati

Tornato in pista a tre giorni dall’intervento alla mano è persino riuscito a chiudere la gara in zona punti. Tanto che Borgo Panigale ha deciso di promuoverlo rinnovandogli il contratto. Dalla prossima stagione MotoGP avrà a disposizione una Ducati factory. Le sue possibilità di restare nel team italiano sono aumentate “forse dal 20 al 90%. L’obiettivo è restare con la Ducati perché mi hanno rimesso sulla buona strada – riporta Motosan.es -. Se le cose andranno bene, ci saranno più pole e podi. Voglio restare con loro“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso e le strade per diventare campione

motogp

MotoGP, la griglia di partenza 2021: a che punto siamo

tulovic motoe cev moto2

MotoE: Lukas Tulovic sotto i ferri, sistemata la lesione alla mano destra