Jorge Aspar Martinez

Aspar Martinez: “Valentino Rossi mi ha spinto a ritirarmi”

L'arrivo di Valentino Rossi nel 1996 in Aprilia ha accelerato i tempi dell'addio per Jorge 'Aspar' Martinez: "Avrei potuto continuare un altro anno".

12 gennaio 2022 - 11:25

Jorge Martinez Salvadores, detto Aspar, è stato uno dei primi rivali di Valentino Rossi nel Motomondiale. Classe ’62, era ormai agli sgoccioli della sua rinomata carriera che lo ha portato a conquistare quattro titoli iridati. Quando una leggenda tramonta un’altra è pronta a prendere il suo posto, è il ciclo della vita che si riflette nel mondo delle corse. Ma l’arrivo del talento di Tavullia in sella alla Aprilia fu un’ulteriore spinta verso l’addio per l’ex pilota valenciano.

Il racconto di Aspar

Nell’ultima puntata del documentario di Dazn “Yo, rider: a life against the time”, Aspar ha ricordato quella fase storica. “Valentino Rossi arrivò al Mondiale nel ’96, mi vinse alla sua prima gara. L’anno successivo lui fu il primo e io il secondo in campionato – sottolinea il dirigente sportivo -. In Austria sono caduto e tutto cominciò a cambiare progressivamente. E ovviamente vedevo Valentino che faceva grandi passi avanti, sia lui che Aprilia, che ha visto un pilota giovane che era diverso e ha iniziato a scommettere molto di più su di lui“.

A distanza di anni, quasi per ironia della sorte, Aspar ha ceduto le due selle disponibili in MotoGP proprio al team di Valentino Rossi. Dopo un anno di convivenza ai box, con Enea Bastianini da un lato e Luca Marini dall’altro, dalla stagione 2022 esisterà solo il team Mooney VR46. Per Jorge Martinez resta però un retrogusto amaro nella sua carriera di pilota. L’arrivo del Dottore rappresentò una valanga difficile da controllare e da lì a poco il pesarese avrebbe scritto tra le pagine più belle di storia del Motomondiale. “Lui mi ha fatto prendere la decisione del ritiro. Sono felice perché mi ritirai con successo. Ma un po’ triste, perché penso che avrei potuto continuare per un altro anno“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Joan Mir

MotoGP, Joan Mir vola a Sepang: tante novità e dubbi sugli avversari

Binder KTM MotoGP

MotoGP, Brad Binder: “Petrucci incredibile, che sfida alla Dakar”

MotoGP, Michele Pirro: “Sepang è un banco di prova importante”