MotoGP, Carmelo Ezpeleta CEO Dorna

MotoGP, Ezpeleta risponde a Espargarò. E rivela: “Honda voleva correre”

Carmelo Ezpeleta risponde alle critiche di Aleix Espargarò dopo l'annullamento del round MotoGP. E confessa: "Honda unico team disposto a correre".

4 marzo 2020 - 6:36

Aleix Espargarò, giunto in Qatar nello scorso week-end, ha rivolto parole critiche nei confronti degli organizzatori del GP di MotoGP. Il pilota Aprilia avrebbe preferito un preavviso anticipato, invece si è ritrovato a dover fare presto ritorno a casa insieme alla famiglia. Carmelo Ezpeleta, nel corso di un intervento radiofonico per Onda Cero, ha replicato allo spagnolo: “Quando lo vedrò gli dirò che ha sbagliato. Lo riprenderò, e gli chiederò se pensa che a noi faccia piacere sospendere la gara“.

In realtà Dorna ha provato in tutti i modi a convincere il governo del Qatar, anche organizzando una sorta di “cordone sanitario”. Ma la politica interna ha detto a chiare lettere che non avrebbe accettato viaggiatori provenienti dall’Italia, considerato un Paese fortemente a rischio. Ad oggi nella nostra Penisola si contano 2.502 persone infette, terza nazione al mondo maggiormente colpita. “Gli chiederò come avrebbe gestito tutto questo in un modo migliore“, ha spiegato Carmelo Ezpeleta. “Ci hanno chiesto e abbiamo fatto un elenco di tutti gli italiani presenti nel paddock. Lo abbiamo fatto venerdì e lo abbiamo inviato con i nomi, le origini e i voli con cui sarebbero arrivati, in modo da garantire un test del coronavirus più veloce del normale . Lo abbiamo fatto e l’abbiamo presentato, erano circa 500 le persone che venivano dall’Italia“.

Un’altra soluzione proposta da Dorna era quella di correre la gara di MotoGP con i meccanici già presenti nel paddock. Tutti i tecnici giapponesi sono rimasti a Doha dopo il test IRTA e anche le moto erano in loco. Il vero problema erano i sei piloti italiani che non avrebbero avuto il permesso di entrare in Qatar. Honda era l’unica fabbrica disposta a correre il Gran Premio con i mezzi a sua disposizione. “Di tutti i team MotoGP, l’unico disposto a gareggiare era la Honda. Ho parlato con tutti i team manager e Alberto Puig mi ha detto ‘Carmelo, corriamo con quello che abbiamo’ “. Nonostante la cancellazione del round a Losail tutti i team, compresi quelli della classe regina, riceveranno il premio economico. “Tutti i team MotoGP, Moto2 e Moto3 avranno quanto previsto“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi al Ranch

MotoGP, papà Graziano: “Valentino Rossi vuole chiudere vincendo”

MotoGP, Diego Gubellini e Fabio Quartararo

MotoGP, Diego Gubellini: “Il calendario non avvantaggia Fabio Quartararo”

MotoGP, Razlan Razali

MotoGP: Petronas frena sull’accordo con Valentino Rossi, ma la firma c’è