dennis foggia moto3

Moto3 Aragón, Prove 3: La zampata di Dennis Foggia, Acosta 9°

Dennis Foggia stampa il miglior crono nell'ultimo turno di prove libere. Seguono Izan Guevara e Darryn Binder, passano Antonelli, Migno e Fenati.

11 settembre 2021 - 9:47

La più importante sessione di libere Moto3 si chiude con Dennis Foggia in vetta. L’alfiere Leopard Racing stampa infatti il crono di riferimento assoluto di questi due giorni al MotorLand Aragón. Segue molto da vicino il rookie Izan Guevara, staccato di pochi centesimi, mentre chiude la top 3 Darryn Binder, risalito all’ultimo. Il leader Pedro Acosta è 9°, accedono direttamente alla Q2 anche Niccolò Antonelli, Andrea Migno e Romano Fenati. Tutti gli orari del Gran Premio.

Prove libere 3 

Si ricomincia da Deniz Öncü in vetta nel venerdì di libere e determinato a confermare il suo stato di forma. Con tanti altri però altrettanto pronti a dire la loro per conquistare la top 14 e quindi la Q2 diretta. Dopo pochi minuti ecco un primo incidente, quello di Yuki Kunii, seguito da una scivolata di Alberto Surra. Riecco anche la copertura sulla gomma posteriore intravista già ieri sulla Honda di Dennis Foggia.

Cambia parecchio la classifica nella seconda parte della sessione, in tanti limano il crono registrano da Öncü. A cominciare da Foggia, ma ci sono anche il suo compagno di box, Rodrigo ed il duo Aspar, con a referto anche una scivolata per García. Non manca come sempre l’assalto finale: sarà proprio Dennis Foggia si assicura il passaggio con il tempo di riferimento, seguito da Izan Guevara e da Darryn Binder. Nessun problema per Pedro Acosta, buon turno anche per Lorenzo Fellon e Xavi Artigas.

GP San Marino e Riviera Rimini Biglietti qui

La classifica FP3

La classifica combinata 

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

canepa motoe

Niccolò Canepa, ritorno in MotoE. “Gare spettacolari e tutti alla pari”

darryn binder motogp

MotoGP, Darryn Binder: “Non mi interessano le stupidaggini”

Withu Yamaha RNF

Matteo Ballarin-WithU: la grande sfida in MotoGP e sul mercato