ogura vietti moto2 stiria

Moto2, rookie d’assalto: super gara per Ai Ogura e Celestino Vietti

Ai Ogura e Celestino Vietti in bella evidenza in Stiria. Vicino al podio il primo, gran rimonta per il secondo. E tra pochi giorni si torna al Red Bull Ring.

9 agosto 2021 - 13:04

Nel giorno in cui abbiamo una gara un po’ più “normale” per Raúl Fernández, ci pensano altri due esordienti a brillare. Il talento giapponese Ai Ogura ed il nostro Celestino Vietti hanno messo a referto un ritorno alle corse da ricordare, in due maniere diverse. Il primo ha visto il suo primo podio Moto2 davvero alla portata, prima delle sanzioni… Il secondo ha realizzato una rimonta impressionante, riuscendo infine a strappare all’ultimo il sesto posto al pilota spagnolo di KTM Ajo. Un GP di Stiria da applausi per entrambi i due ragazzi, che continuano a mostrare dei bei progressi. E domenica prossima si corre di nuovo al Red Bull Ring…

Ai Ogura, il podio era così vicino 

Non è la prima volta che l’alfiere Honda Team Asia si fa vedere nelle zone alte della classifica. Stavolta però aveva brillato anche in qualifica, assicurandosi uno strepitoso secondo posto in griglia. Ne segue un’ottima partenza ed una costante presenza nel gruppo di testa, a tratti tenendosi anche in zona podio. Dopo alcuni incidenti che l’hanno privati di risultato importanti, la top 3 è alla sua portata… Ma il sogno podio si infrange con l’arrivo di una sanzione quand’era in seconda posizione: Long Lap Penalty per Ai Ogura, è passato troppe volte oltre i limiti della pista. Arriva però un altro errore, visto che al momento di scontare la penalità esce dalla linea bianca…

A gara conclusa ecco altri tre secondi da aggiungere al suo tempo complessivo. Non intaccano la sua quinta posizione (a ridosso del leader Moto2 Gardner), ma c’è un filo di rammarico, anche se non troppo. “È stata la mia gara migliore” ha infatti dichiarato Ogura. “Avevo visto la possibilità di vincere la gara. Ci siamo andati vicini, è un’iniezione di fiducia per il prossimo weekend.” C’è prevalentemente soddisfazione in Honda Team Asia. “Sfortunatamente abbiamo ricevuto una sanzione mancando il podio” ha aggiunto Hiroshi Aoyama. “Ma abbiamo visto dove possiamo migliorare. Siamo contenti, stiamo iniziando a vedere i risultati del nostro lavoro.”

La gran rimonta di Celestino Vietti

Non è stata la qualifica ideale invece per il rookie del team Sky VR46. Per lui la Q1 si è chiusa appena fuori dalla top 4, vale a dire il 19° posto in griglia di partenza. Ma è da lì che è comincia la sua rincorsa: eccolo subito scatenato al via, piazzandosi molto presto in zona punti, ma certo è solo l’inizio. Giro dopo giro lo troviamo in top ten, finché sul finale non si porta a ridosso del collega esordiente Raúl Fernández, ormai da tempo in sesta posizione in solitaria. Nel corso dell’ultimo giro però ecco il guizzo vincente che gli permette di sopravanzarlo: si chiude così una gran rimonta, con annesso miglior risultato stagionale.

Un rientro dalle vacanze quindi chiuso nel migliore dei modi, seppur con un appunto personale. “Peccato per il T3, sono migliorato in gara ma faccio ancora un po’ di fatica” ha sottolineato Celestino Vietti a gara conclusa. “Sicuramente  sarà un aspetto su cui dovremo lavorare in vista della seconda gara.” Pablo Nieto non ha che complimenti anche per il suo esordiente Moto2. “Una super rimonta e un ritmo impressionante negli ultimi dieci giri.” Come detto inizialmente, tra pochi giorni c’è la replica al Red Bull Ring. Sicuramente avremo tempi ancora più vicini, chissà dove può arrivare…

Per i tuoi massaggi Thai

Foto: Honda Team Asia/Sky Racing Team VR46

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alessandro zaccone motoe

MotoE, Alessandro Zaccone: addio al campionato, ma è andata bene…

pecco bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: caccia ad un altro colpaccio, stavolta in casa

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Con Valentino Rossi non c’è lavoro di squadra”