marini moto2

Moto2: Luca Marini, primo GP da leader iridato. “Possiamo fare un altro step”

Luca Marini verso il GP di Stiria in testa alla classifica Moto2 grazie al 2° posto di pochi giorni fa. "Venerdì ulteriori prove, possiamo migliorare ancora."

20 agosto 2020 - 11:47

Il Gran Premio d’Austria ha registrato un nuovo cambio al vertice della classifica Moto2. Ma c’è nuovamente un italiano: Luca Marini è subentrato al comando dopo lo zero per incidente del connazionale Bastianini, forte anche del secondo posto in gara. Cinque punti separano i due nostri portacolori, a vantaggio dell’alfiere Sky VR46. Questo fine settimana si corre di nuovo al Red Bull Ring, non mancheranno ancora una volta i rivali, in primis Martín e Lowes. Si chiuderà il trittico tra Repubblica Ceca ed Austria sempre con un italiano in testa?

“Correre una gara sulla stessa pista a sette giorni di distanza ha i suoi lati positivi” ha sottolineato Pablo Nieto. “Se le cose sono andate bene, molto del lavoro è fatto e ci si può concentrare ancora di più sui dettagli per fare la differenza. Se invece le cose sono andate in maniera diversa dal previsto, per tanti fattori, alcuni anche indipendenti da noi, subito ci si può rimettere in gioco e puntare a recuperare. Luca è riuscito a cambiare le sorti del weekend dopo la qualifica e migliorare ancora.”

Quello a cui punta Marini, determinato a migliorare il secondo posto di pochi giorni fa. “Domenica abbiamo disputato una bella gara nonostante una qualifica non perfetta” ha ricordato il neo leader iridato. “Sono riuscito a partire forte e a recuperare tante posizioni dopo il primo via. Le sensazioni alla guida sono state buone tutto il weekend, ma possiamo fare un ulteriore step in avanti. Abbiamo tutta la giornata di venerdì per fare ulteriori prove, anche con la soft davanti. Tra i top rider infatti sono stato l’unico a sceglierla per la gara.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “C’è chi va in pensione e chi è troppo vecchio”

MotoGP, la storia: Jarama, sede del GP di Spagna e non solo

Tatsuki Suzuki Moto3

ESCLUSIVA Tatsuki Suzuki: “Superpole in Moto3? Solo se…” (Parte 1)