Tony Cairoli, Motocross

MXoN Mantova: Cairoli-Guadagnini-Lupino, l’Italia ha vinto il Nazioni!

Il Motocross delle Nazioni è nostro! Sotto la pioggia di Mantova fantastica impresa firmata da Tony Cairoli, Mattia Guadagnini e Alessandro Lupino

26 settembre 2021 - 16:46

Dopo Europei di calcio e un bottino clamoroso alle Olimpiadi, l’estate italiana si colora di gloria anche nel Motocross. Gli azzurri del fuoristrada hanno conquistato a Mantova il titolo mondiale a squadre, evento mitico di questa specialità giunto alla 74° edizione. Il trionfo suggella nel migliore dei modi la fantastica carriera di Tony Cairoli, che a 35 anni ha da pochi giorni annunciato il ritiro a fine stagione. Questo era il suo ultimo Nazioni, unico trofeo che mancava al suo incredibile palmares che conta nove titoli mondiali e 93 GP vinti. Adesso c’è anche questo!

Guadagnini e Lupino decisivi

Ma il trionfo nel Nazioni non è frutto solo del talento di Tony Cairoli. Anche Alex Lupino e Mattia Guadagnini hanno dato il loro importantissimo contributo. Infatti in questo evento conta la prestazione di squadra, più che quella del singolo. Nella prima manche, che ha visto di fronte moto MXGP (la top class) contro le MX2, Cairoli è caduto in partenza, ma ci ha pensato Guadagnini a salvare il bilancio, finendo quinto. In gara 2 (Open/MX2) Guadagnini è finito sesto, davanti a Lupino.

Finale allo sprint

L’Italia è arrivata alla terza e decisiva manche con un punto di vantaggio su Belgio e un rassicurante margine sugli olandesi, che avevano l’asso nella manica Jeffrey Herlings, leader del Mondiale MXGP. Nel fango Herlings è partito davanti, bissando il successo nella gara precedente, ma Tony Cairoli si è installato in seconda posizione, fondamentale per il successo finale. Importantissimo anche il contributo di Alessandro Lupino, settimo posto nonostante un piccolo errore a metà distanza.

Ultimo successo italiano nel 2002

L’Italia non trionfava nel Nazioni dal 2002  sulla pista spagnola di Bellpuig con Andrea Bartolini, Alessio Chiodi e Alessandro Puzar. Era un’altra epoca, Tony Cairoli proprio in quella stagione debuttava nel Mondiale, a soli 17 anni. Adesso Tony potrà ritirarsi sereno: ha vinto proprio tutto!

La classifica finale

La classifica del Nazioni è determinata dalla somma delle posizioni dei tre piloti di ciascuna squadra nelle due gare cui prendono parte. Esempio: 1 punto primo posto, 2 punti secondo posto, ect. E’ consentito lo scarto del peggiore risultato fra i sei ottenuti, e l’Italia ha scartato proprio il 24° posto di Cairoli nella prima manche. Ecco la classifica finale: 1.Italia punti 37; 2. Olanda 38; 3. Gran Bretagna 39; 4. Russia 44; 5. Francia 50; 6. Belgio 74.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

2 commenti

FRA 1988
16:59, 26 settembre 2021

Questa impresa è il 10° titolo di Cairoli! Non ha vinto da solo ma la forza del gruppo così unito e forte.

    Mattia B.
    20:20, 26 settembre 2021

    il tutto è reso più speciale dal fatto che Cairoli ha corso con la maglia n°46.
    Il Cross delle Nazioni è quanto di più bello ci sia nel motorsport, quando, team, sponsor,case costruttrici, vengono messi da parte ma si corre per la propria nazione. Manifestazione fantastica.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MXGP, Tony Cairoli in Spagna

MXGP, Tony Cairoli: un sasso nello stivale complica il week-end

Jeffrey Herlings, MXGP

MXGP Spagna: Jeffrey Herlings ancora un trionfo, Tony Cairoli quarto

Romain Febvre, MXGP

MXGP Spagna: Romain Febvre agguanta gara 1, Tony Cairoli settimo