Superbike, Jonathan Rea

Test Montmelo, le Superbike hanno i tempi MotoGP nel mirino

In due ore di test Ducati e Kawasaki sono arrivate a poco più di un secondo dal record 2019 in gara di Marc Marquez: la MotoGP nel mirino

8 luglio 2020 - 11:36

Le Superbike girano al Montmelò per la prima volta e i piloti, quasi tutti, sono fermi da oltre quattro mesi. Eppure sono bastate un paio d’ore di test per vedere stampati sui monitor tempi impressionanti. E anche velocità di punta ragguardevoli. Chaz Davies, che pure non è un fuscello alla Dani Pedrosa, ha lanciato la Ducati V4 R Panigale a 321,4 km/h in fondo al lungo rettilineo del tracciato alle porte di Barcellona.

Jonathan Rea all’attacco, Scott Redding stop

Fanno spavento anche i tempi sul giro. Scott Redding, che conosce bene il tracciato per averci corso con tutte le cilindrate nel Motomondiale, è sceso in fretta in 1’41″985, poco prima delle 11 del mattino. Jonathan Rea, dopo qualche uscita di installazione, gli ha replicato subito: 1’41″910. Il campione in carica e lo sfidante  riprendono il cammino nelle stesse posizioni finali dei test di Misano, a fine giugno. A due ore dalla fine della prima sessione la Panigale V4 R (qui il video sulle novità tecniche in corso di valutazione) di Redding si è fermata lungo la pista, per un problema tecnico. “Stiamo facendo prove di pescaggio del serbatoio, Scott è semplicemente rimasto a secco” ha chiarito il direttore sportivo Serafino Foti.

Il confronto con la MotoGP

I confronti fra Superbike e top class sono sempre parecchio improbi, perchè i dati si prestano a parecchie letture, a maggior ragione nei test. Ma, Jonathan Rea  è comunque arrivato a poco più di un secondo dal giro veloce in gara di Marc Marquez nel GP 2019, che il pilota Honda aveva vinto con vantaggio: 1’40″507. Il record ufficiale del Montmelo è di poco migliore, 1’40″021 stampato da Jorge Lorenzo con la Ducati nel 2018.  Da qui a giovedi pomeriggio ne vedremo delle belle: la possibilità che le migliori Superbike arrivino a meno di un secondo dai riferimenti di punta della MotoGP è molto concreta. Già a Misano Scott Redding aveva girato ad un solo decimo dal tester Michele Pirro, contemporaneamente in pista con l’evoluzione Ducati GP20. Moto derivate dalla serie (per così dire…) vicinissime a prototipi che costano milioni. La discussione fra gli appassionati si riaccende…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pirovano piro replica r1 superbike

Superbike: All’asta la ‘Piro’ Replica R1, omaggio a Fabrizio Pirovano

Superbike, Redding e Davies

Superbike, Scott Redding: “Ducati, adesso abbiamo un problema”

Superbike, Chaz Davies

Superbike, Chaz Davies licenziato da Ducati “Nessuno mi ha spiegato perché”