Toprak, Superbike

Superbike, Toprak va giù duro: “La Kawasaki ha fatto ridere”

Toprak Razgatlioglu usa parole di fuoco per commentare la retrocessione in Superpole Race. "Ho riportato il trofeo nel box Kawasaki, hanno fatto ridere"

6 settembre 2021 - 8:54

Pere, ho l’impressione che Toprak sia passato sul verde, chiedi a Guim di andare a dare un’occhiata”. Jonathan Rea in parco chiuso ha segnalato al capo meccanico Pere Riba che nel feroce duello all’ultimo giro della Superpole Race l’avversario aveva probabilmente sconfinato oltre i limiti della pista. Guim Roda, capo di Kawasaki Racing Team, è andato in direzione gara sporgendo una formale protesta, ma i Commissari FIM hanno impiegato quasi quattro ore per verificare tutte le immagini tv disponibili. Incluse quelle riprese dall’on board di Jonathan Rea, che alla fine sono risultate decisive. Toprak Razgatlioglu aveva in effetti toccato il verde fra le curve 8-9, di qualche millimetro.

Toprak incazzato nero

Un’inezia, ma i commissari non potevano chiudere gli occhi e hanno dovuto applicare questo  regolamento francamente assurdo. Toprak Razgtalioglu probabilmente si è incazzato per la prima volta in vita sua, da quando corre. “Sono andato io personalmente nel box Kawasaki a consegnare il trofeo della vittoria in Superpole Race, li ho fatti felici” ha detto il leader del Mondiale. “Capisco che abbiano bisogno di punti, ma io neanche ci penso. Se sono contenti così, va bene, io ci rido su. Io ai punti non ci penso neanche. Non avevo mai vinto tre gare in un week end, ci sono riuscito a a me va bene così”.

Il clima che cambia

Il capo del box Yamaha, Paul Denning, ha usato parole di fuoco. “Complimenti, bella vittoria. Adesso il clima nel paddock cambierà radicalmente.” Era inevitabile che accadesse, prima o poi. Fra due settimane al Montmelò, la pista di casa Kawasaki, il clima sarà sicuramente surriscaldato. I nervi sono a fior di pelle, e forse è proprio questo che Jonathan Rea voleva, aldilà dei sei punticini riguadagnati in classifica. Far perdere la calma ad un Toprak Razgatlioglu che in pista, finora, ha mostrato una freddezza e una solidità incredibili. Vedremo se continuerà.

Massaggio Capitale, relax a Roma

Foto: Instagram

4 commenti

Ringhietto
9:48, 6 settembre 2021

Che figuraccia per Johnny, il turco gli ha tirato il pelo in pista e non riuscendo a rispondergli sul campo ha chiamato il paparino…
Da lui non me lo aspettavo proprio…
E’ così alle corde? Questa cosa mi fa pensare di si..

    Mattia B.
    13:55, 6 settembre 2021

    da ducatista guardavo il duello con occhio imparziale e divertendomi alla grande, da oggi sono tifosissimo di Toprak.

      Max75BA
      22:01, 6 settembre 2021

      Quando Bautista era un “fenomeno!” si lagnava continuamente della Ducati in versione motogp!!! Quando Bautista si è trasformato in un “cascatore!” la Ducati era una sbk!!!!!!!

    fabu
    11:14, 6 settembre 2021

    che poi, se la “prova” è l’on-board di Rea, chi ci dice che il nordirlandese non abbia fatto lo stesso?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding in Catalunya

Superbike, Scott Redding: “Mi sento in colpa per il sorpasso a Bassani”

Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike