Tom Sykes

Superbike: Tom Sykes con la BMW a …vita

La marca tedesca ha già annunciato Eugene Laverty mentre il rinnovo del Boscaiolo si fa attendere. Ma non ci sono problemi, anzi...

28 agosto 2019 - 14:22

Tom Sykes sta discutendo con BMW Motorrad l’estensione dell’accordo, non per uno, ma addirittura per due stagioni, con opzione 2022. Considerando che il britannico ha appena compiuto 34 anni, queso prolungamento  significa che correrà con la S1000RR fino ad un’età che potrebbe essere il capolinea di una prestigiosa carriera. Tom Sykes infatti gareggia a tempo pieno in Superbike dal 2009: la prima stagione con Yamaha (a fianco dell’iridato Ben Spies) poi otto consecutive con Kawasaki, il cui punto più alto è stato il Mondiale conquistato nel 2013. Ha disputato 284 gare, vincendone 34, con 49 Superpole conquistate. Da questa stagione TS66 è in forza alla BMW. L’annuncio di Eugene Laverty ha generato il sospetto che sull’altro fronte stesse sorgendo qualche problema. Invece niente di tutto questo, la definizione è in retta d’arrivo.

“SIAMO AI DETTAGLI”

Abbiamo concluso in fretta l’accordo con Eugene Laverty in modo che Markus Reiteberger fosse libero di definire il proprio futuro” ha riferito Shaun Muir, proprietario dell’antenna britannica che gestisce in pista il programma ufficiale di BMW Motorrad al freelance scozzese Gordon Ritchie.  “Per quanto riguarda Tom Sykes stiamo discutendo di un accordo che prevede altri due anni con noi, più un’opzione per un’ulteriore estensione. Stiamo parlando di dettagli, è solo questione di tempo”.

BMW GIOCA D’ANTICIPO SUL 2021

Con Sykes e Laverty la BMW potrà schierare un binomio fortissimo e di grande esperienza. Nei recenti test a Portimao Tom ha provato un motore evoluzione che potrebbe garantirgli ulteriore potenziale nei quattro round rimanenti, a cominciare dal Portogallo in programma la prossima settimana. Ma i tedeschi giocano d’anticipo anche sul mercato piloti. A fine 2020 tantissimi contratti andranno in scadenza, compreso Jonathan Rea in Kawasaki. Se l’accordo in discussione va in porto, BMW è già a posto per il 2021. Significa che nessuno potrà portargli via Tom Sykes…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonathan Rea

Jonathan Rea: “Adesso Alvaro Bautista è un pò meno mostro”

Superbike 2020, Calendario

Superbike 2020: Calendario, niente Asia ma torna la Germania

Lorenzo Savadori

Superbike 2020: Lorenzo Savadori, (quasi) fatta con Pedercini Kawasaki