Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Sofuoglu: “Toprak Razgatlioglu sarà al vertice per 10 anni”

Toprak Razgatlioglu ritorna in patria dopo la conquista del Mondiale Superbike. Conferenza stampa insieme a Kenan Sofuoglu e Andrea Dosoli.

24 novembre 2021 - 7:55

Toprak Razgatlioglu è stato accolto come un re al ritorno in patria, dopo la vittoria del titolo Superbike in Indonesia. Per la prima volta un pilota turco conquista il Mondiale nelle derivate di serie. Il suo mentore Kenan Sofuoglu di titoli ne ha vinti cinque, ma nella categoria “sottostante” della Supersport. I due campioni, insieme ad Andrea Dosoli, Road Racing Manager di Yamaha Motor Europe, hanno tenuto una conferenza.

Il ritorno in Turchia

Il neo campione è arrivato a Istanbul da Giacarta alle 05:20 del mattino su un aereo della Turkish Airlines . Ad accoglierlo c’erano la sua famiglia e i suoi fan con dei fiori nella VIP Lounge dell’aeroporto di Istanbul. A lui il grande merito di aver battuto un pilastro della Superbike come Jonathan Rea. “E’ una sensazione incredibile, non riesco a spiegarla. Siamo venuti nel nostro paese con questo trofeo e sono davvero orgoglioso di me stesso. Certo, non è stata una stagione facile per noi. Tutti hanno fatto del loro meglio. Grazie al fratello Kenan, era sempre con noi e non mi ha mai lasciato solo. Abbiamo ripagato il suo duro lavoro e siamo diventati campioni del mondo“.

Se Toprak Razgatlioglu ha saputo fare la differenza con il suo talento e uno stile di guida aggressivo, capace di comprendere le Pirelli meglio di ogni altro, parte del merito va anche al team  Yamaha. Nella stagione 2021 la R1 si è dimostrata veloce e costante, pur con qualche problemino tecnico di troppo che non ha compromesso la corsa al Mondiale Superbike. “Abbiamo combattuto insieme al team  Yamaha e abbiamo raggiunto il successo. Sono molto felice di gareggiare con loro nel paddock della WSBK. Tutto quello che avevamo in mente era vincere le gare. Il mio unico pensiero era sventolare ancora una volta la bandiera turca, questa volta sul podio finale. Sono molto orgoglioso di esserci riuscito“.

La promessa del manager

Il manager ed ex campione Kenan Sofuoglu assicura che il neo campione continuerà a tenere alto l’onore della Turchia ancora a lungo. “Il mio sogno era preparare un pilota in Superbike. Sono felice che un atleta di talento come Toprak mi abbia incontrato. Dopo 10 anni di duro lavoro, lo abbiamo portato a vincere il Mondiale. Ha solo 25 anni e credo che manterrà il nostro Paese ai vertici degli sport motoristici mondiali per un periodo di 10 anni“.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Garrett Gerloff

Superbike, Ben Spies: “A Garrett Gerloff serve un Kenan Sofuoglu”

Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Toprak Razgatlioglu: la nuova grafica del 54 + 1

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista: le prime richieste per Ducati