Superbike, Marco Melandri

Superbike: Marco Melandri si gasa “Posso essere la sorpresa”

A dieci giorni dal rientro in Superbike Marco Melandri accelera: "Con la Ducati V4 posso essere la sorpresa. Vincere? Perchè no...Ma a Jerez sarà dura"

22 luglio 2020 - 18:02

Il rientro in Superbike con la Ducati si avvicina e Marco Melandri alza i giri. “Avrò a disposizione un ottimo potenziale, sono convinto che abbiamo quello che serve per essere tra i primi tre” azzarda il pilota ravennate, 38 anni il prossimo 10 agosto. “La mia Panigale V4 R  è fantastica e il team Barni è uno dei migliori nel paddock. Con la bicilindrica ho fatto buone gare (3 vittorie in due stagioni, ndr), sono convinto che la  V4 possa adattarsi ancora meglio al mio stile di guida. Penso che possiamo diventare la grande sorpresa. Non sono nella lista dei favoriti, voglio solo tornare in sella e divertirmi. Dimostrando che ho ancora qualcosa da dire, e il team Barni lo stesso.” 

Rientro inaspettato

Marco Melandri aveva annunciato il ritiro giusto un anno fa, a metà stagione, disputando la sua ultima corsa con la Yamaha GRT in Qatar, ad ottobre. Nove mesi più tardi si ricomincia e a WorldSBK.com il pilota più vincente in Superbike (22 trionfi) ha spiegato perchè. “Ogni sera, in quest’ultimo periodo, ho pensato che non era stato bello finire in quel modo la mia carriera. Il 2019 non è andato esattamente come avrei voluto, non ero stato all’altezza. Torno per giocarmi di nuovo il podio, combattere con i migliori. E, perchè no, provare a vincere.” 

A Jerez sarà dura 

Il 1 agosto sulla pista andalusa Marco Melandri si schiererà in griglia per un rientro in grande stile, con una Ducati identica a quelle della squadra  ufficiale. Ma, così all’improvviso, tutto ha il sapore di un salto nel vuoto. “Non era pianificato, è successo molto rapidamente. Ma dopo esser stato fermo così a lungo mi sento pieno di energia, pronto per qualcosa di nuovo. Il calendario è concentrato, correremo su cinque tracciati molto belli. Da un certo punto di vista questo strano calendario mi rende le cose più facili. A Jerez però sarà molto dura. Ho provato la Ducati V4 R solo una volta, a Cremona, per cui a  Jerez non mi sarò certo adattato perfettamente alla mia moto.  Sarà un fine settimana difficile, soprattutto perché farà molto caldo. Il ritmo in gara e in qualifica sarà molto diverso. Ma ho tempo e posso imparare qualcosa ad ogni round.”

1 commento

wwwcarmel_14942506
15:55, 24 luglio 2020

Ancora questo dobbiamo vedere…..!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

locatelli supersport aragon

Supersport: Andrea Locatelli, un giorno di test per preparare Aragón

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: “Capisco bene la moto, mi parla”

Superbike, Jonathan Rea ad Aragon

Superbike, Test Aragon day-1: Jonathan Rea leader, 3° Scott Redding