Superbike Magny Cours, Toprak

Superbike Magny Cours, Gara 1: Toprak ce l’ha fatta!

Toprak Razgatlioglu azzanna il Cannibale all'ultimo giro e battezza la prima vittoria Mondiale. Michael van der Mark lotta ma cade. Alvaro Bautista quinto

28 settembre 2019 - 14:41

Era nell’aria, adesso Toprak Razgatlioglu è a tutti gli effetti nell’olimpo del Mondiale Superbike. Il 22enne turco, astro nascente delle derivate dalla serie,  agguanta il primo successo iridato strappandolo al migliore, cioè Jonathan Rea. Per il Cannibale l’83° vittoria sembrava ormai in tasca, dopo aver pressato Michael van der Mark fino alla scivolata dell’olandese. Ma nel mezzo giro finale Toprak si è fiondato sulla preda e a tre curve dalla fine ha messo il muso avanti. Al Cannibale stavolta la fame è rimasta: niente successo, ma quinto Mondiale ancora più vicino. Alvaro Bautista, ducatista superstite, è arrivato quinto. Adesso i punti di vantaggio sono cento.

CHE TALENTO!

Toprak Razgatlioglu era arrivato a Magny Cours sulle ali dell’entusiasmo: otto podi negli ultimi sei round. Mancava solo il successo, e il turco non ha fallito l’occasione che gli ha servito un Jonathan Rea in evidente crisi d’aderenza. Il quattro volte iridato ha rischiato molto, non era partito per gestire il vantaggio Mondiale. Voleva vincere, ma stavolta Toprak è stato più forte. Una gioia immensa per il team Puccetti, formazione reggiana che ha allevato il ragazzo turco da quando aveva 15 anni, facendolo crescere anno dopo anno. Nel 2020 Razgatlioglu andrà in Yamaha, da pilota ufficiale: che beffa per la Kawasaki. Ma la “panchina” alla 8 Ore di Suzuka è stata solo un pretesto, Toprak sarebbe andato via comunque: in questo articolo di due giorni fa vi spieghiamo perchè.

BMW, DI NUOVO SUL PODIO

Era scontato che questa gara partita con pochissimi riferimenti causa turni precedenti condizionati dal maltempo avrebbe riservato sorprese. La BMW, partita alla garibaldina con un Tom Sykes scatenato, nel finale da batticuore ha messo le mani su un preziosissimo terzo posto. Il nuovo motore sembra aver dato al britannico carte in più da giocare. Giornataccia Ducati: Alvaro Bautista, partito in quinta fila, ha compiuto una faticosa rimonta fino al quinto posto. Ben più forte stava andando Chaz Davies, che però è caduto mentre era in bagarre con quelli di testa. Rovinoso highside anche per Leon Haslam, guardate che botto in questo video.

REA CHIUDERA’ IN ANTICIPO SE…

Jonathan Rea non ha ancora sprecato il primo match point Mondiale ma è abbastanza difficile che possa festeggiare domenica pomeriggio a Magny Cours. A questo punto dovrebbe guadagnare 24 punti su Alvaro Bautista fra Superpole Race (ore 11, giri 10) e gara 2 (ore 14:00, giri 21). Ma in un week end così può accadere di tutto. Ricordiamo che dopo la Francia resteranno i round previsti in Argentina e Qatar, con 124 punti ancora in palio.

Jonathan Rea, “In Testa”, la biografia – Clicca qui per acquistare on line

Foto: Diego De Col

1 commento

lorenzoursan_14190819
23:04, 28 settembre 2019

Gara ME RA VI GLIO SA !!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Xavi Fores

Superbike 2020: Xavi Fores con Puccetti Kawasaki, che ritorno!

Leon Camier

Superbike 2020: Leon Camier vicinissimo a Ducati Barni

superbike motul qatar

Superbike: MOTUL Main Sponsor dell’ultimo round in Qatar