Superbike Villicum Argentina

Superbike, l’Argentina si fa (fino al 2023).. a differenza della MotoGP

Confermato il round di Villicum dellia Superbike: le derivate di serie andranno in Argentina, a differenza della MotoGP. Ma dove si chiuderà il mondiale?

14 settembre 2021 - 14:44

La Superbike alla fine avrà la sua tappa oltre Europa: il round di Argentina è stato confermato, dunque le derivate di serie voleranno a Villicum dopo il trittico Barcellona-Jerez-Portimao. Si vociferava di una possibilità di avere soltanto gare europee, ma tale ipotesi è stata scongiurata dall’annuncio odierno che ha confermato la tappa argentina. Si torna così a Villicum e non soltanto per quest’anno: firmato infatti un accordo che estende la sua presenza fino al 2023. Ricordiamo, per la cronaca, che nel 2019 (ultima edizione disputata) gara 1 partì con solo dodici piloti in pista, perchè alcuni si rifiutarono di correre (qui i dettagli) per la scivolosità dell’asfalto, appena rifatto, e in generale per l’inadeguatezza dell’impianto.

Indonesia sì o Indonesia no?

A correrci saranno le Superbike e le Supersport: esclusa dunque la presenza delle Supersport 300, ma questo era ampiamente prevedibile. Si volerà dunque in Argentina nel weekend del 15-17 ottobre, che potrebbe anche essere addirittura decisivo per concludere il mondiale. Ancora non si hanno certezze sull’Indonesia infatti: manca il circuito, ma Dorna spinge per tenere l’appuntamento in calendario e non si perdono le speranze.

Dove si chiuderà questo mondiale?

Ci sarebbe da capire tuttavia se sia previsto un round sostitutivo o meno, nel caso in cui le cose dovessero andare per il peggio. A oggi l’Indonesia è più un no che un sì e a questo punto sorge spontaneo chiedersi se l’Argentina sarà la tappa conclusiva di un mondiale bellissimo dove Rea e Razgatlioglu sembrano destinati a giocarsi la corona fino alla fine. Curioso inoltre il fatto che le Superbike a differenza della MotoGP andrà in Argentina, che invece ha visto la gara a Termas cancellata proprio qualche giorno fa.

Rea il meno felice di tutti?

Nel frattempo, come detto, c’è un mondiale tutto da giocare con due protagonisti che stanno tenendo a tutti gli appassionati il fiato sospeso come non mai. È ovvio però che l’incertezza sulle gare rimanenti sia un fattore non di poco conto anche nella sfida mondiale, dove a oggi non si può escludere neanche Redding. Certo è che la conferma di Villicum non farà sorridere Rea, che aveva espresso malumori circa la possibilità di andare oltre Europa a causa delle restrizioni Covid della Gran Bretagna. Se l’Argentina dovesse essere però il round conclusivo, il Cannibale potrebbe anche parzialmente sorridere…

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike: Vierge-HRC lascia Sykes, Davies e Laverty senza scampo

Supersport

Supersport, Stefano Manzi con GMT94 per il round di Jerez

Superbike Bulega

Superbike, Aruba sbarca nella Supersport con Bulega.. e Bayliss?